Passetto, Polizia di Stato e Carabinieri in cattedra contro le discriminazioni

Nel pomeriggio la tappa anconetana contro le discriminazioni proseguirà alle ore 14.30 presso la Facoltà di Economia Giorgio Fuà dell'Università Politecnica delle Marche" con una tavola rotonda rivolta ai dirigenti scolastici

Un momento dell'incontro tra polizia e scuole

Grande partecipazione ed interesse alla tappa anconetana che conclude la campagna itinerante contro le discriminazioni. Partita da Venezia il 7 maggio 2015, la prima Campagna itinerante “Tutti differenti, tutti unici…insieme contro le discriminazioni” é realizzata dall’Oscad (Osservatorio per la Sicurezza contro gli Atti Discriminatoriresso presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell'Interno  e presieduto dal Vice Direttore Generale della P.S. Direttore Centrale della Polizia Criminale, Prefetto Fulvio della Rocca), l’organismo interforze composto da Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri. E questa mattina è stata la giornata di Ancona.

A partire dalle ore 09.30 e per tutto il corso della mattinata, la Campagna educativa itinerante ha fatto tappa al Passetto, posizionandosi sotto il monumento con un truck brandizzato, allestito con un’aula didattica multimediale rivolta agli studenti delle scuole di secondo grado. C’era lo Stracca Vanvitelli, per cui gli esperti dell’Oscad, insieme a quelli della Polizia delle Comunicazioni e dell’Arma dei Carabinieri, hanno affrontato il tema delle c.d. “discriminazioni 2.0”, che coinvolge in maniera particolare il mondo adolescenziale, analizzando i vari pregiudizi di età, genere, etnia, orientamento sessuale, religione, disabilità nei diversi ambiti lavorativo, scolastico e sportivo.

Numerose sono state le classi degli studenti anconetani che, alla presenza del questore di Ancona, Dott. Oreste Capocasa e del Pro Rettore dell’Università di Ancona Gian Luca Gregori, hanno partecipato attivamente e con grande interesse all’iniziativa, nel corso della quale hanno anche avuto modo di “ vedere e toccare con mano”  le strumentazioni in uso alla Polizia Scientifica e Polizia delle Comunicazioni, nonchè le numerose attrezzature e mezzi in uso alle Forze di Polizia.

Anche la cittadinanza ha potuto ammirare, oltre al truck, le auto e moto della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri nonché le Unità Cinofile della Questura di Ancona specializzate nella ricerca di persone, di sostanze esplosive e droga. Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri ancora una volta uniti per dare senso e concretezza al pensiero del fondatore dell’Oscad, l’allora Capo della Polizia Prefetto Antonio Manganelli, il quale sosteneva che «alle vittime di discriminazione viene impedito di vivere». 

Nel pomeriggio la tappa anconetana  contro le discriminazioni proseguirà alle ore 14.30 presso la  Facoltà di Economia Giorgio Fuà  dell’Università Politecnica delle Marche”  con una tavola rotonda rivolta ai dirigenti scolastici, ai docenti, agli educatori, ai genitori, alle varie associazioni impegnate sul territorio ed alla cittadinanza, dal tema “ Tutti differenti, tutti unici…insieme contro le discriminazioni”, cui parteciperanno il questore di Ancona, il Pro Rettore Gian Luca Gregori ed altre personalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento