Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Camerata Picena

Malore in auto, si accosta e muore: addio a manager dell'agroalimentare

L'uomo è deceduto nel pomeriggio a Grancetta di Chiaravalle. Nessuna speranza nonostante mezz'ora di massaggio cardiaco

Era appena uscito dal lavoro al volante della sua auto. Si è sentito male, è riuscito ad accostare  ma non sono serviti 30 minuti di massaggio cardiaco per salvare la vita a Sergio Zambelli, imprenditore e manager nel settore dei salumi, spirato poco dopo. L'uomo, 62enne residente a Senigallia, aveva passato la mattinata alla Corte Marchigiana, l'azienda agricola attiva nell'allevamento, nella macellazione e nella produzione di insaccati attiva a Camerata Picena della quale era presidente. Attorno alle 13 era salito in auto per tornare a casa. Il malore lo ha colpito in via Grancetta, all'altezza dell'osteria del paese. Zambelli si è fermato con il motore acceso. L'auto era chiusa da dentro. A dare l'allarme alcuni residenti. 

Sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per aprire il mezzo e consentire al 118 di prestare soccorso all'uomo che, quando è stato tirato fuori dall'abitacolo, era già privo di conoscienza. Nonostante gli sforzi profusi, non c'è stato nulla da fare. Zambelli è spirato poco dopo. Sul posto anche i carabinieri di Chiaravalle. Il traffico stradale è rimasto bloccato nella piccola frazione chiaravallese alle porte di Camerata. Il magistrato subito liberato la salma che è stata consegnata alla famiglia per i funerali. Da sempre attivo nel settore agroalimentare, Zambelli aveva lavorato per altre importanti aziende del territorio. Oltre alla Corte Marchigiana, dirigeva anche SuinMarche, cooperativa che raduna circa 70 aziende marchigiane che allevano maiali con il marchio QM - Qualità Garantita dalle Marche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore in auto, si accosta e muore: addio a manager dell'agroalimentare

AnconaToday è in caricamento