“Comuni ricicloni per la regione marche”, ecco Camerano

E' un riconoscimento, quello promosso da legambiente, che va a tutti quei Comuni che hanno superato il 65% di raccolta differenziata

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Anche quest'anno il Comune di Camerano ha ricevuto il riconoscimento nell'ambito della manifestazione "Comuni Ricicloni per la Regione Marche" promossa da Legambiente e dalla Regione Marche. La premiazione, che prevede l'aggiudicazione di un riconoscimento a tutti quei Comuni che hanno superato il 65% di raccolta differenziata, ha visto Camerano posizionarsi ai primi posti, nella Provincia di Ancona, con un 74,04% (4^ posto Comuni sopra i 5000 abitanti della Provincia di Ancona). Non da meno è il riconoscimento nella speciale classifica nazionale di Legambiente, patrocinata dal Ministero per l'Ambiente, che premia attraverso "l'indice di buona gestione" le comunità locali che hanno ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti (4^ posto Comuni sopra i 5000 abitanti della Provincia di Ancona). I due riconoscimenti prendono in considerazioni parametri diversi per misurare il grado di efficienza nella gestione dei rifiuti, ma il Comune di Camerano è riuscito a rientrare in tutte e due le classifiche confermando il lavoro svolto negli anni passati. I riconoscimenti ricevuti sono solamente una tappa di un percorso generale che dimostra che la raccolta dei rifiuti sta andando avanti nella giusta direzione e tutte le scelte effettuate hanno avuto dei risultati tangibili e misurabili. Se le scelte fossero state sbagliate, molte famiglie oggi si troverebbero a pagare tariffe più alte. Al momento si sta lavorando per potenziare alcuni servizi sul territorio e per il prossimo anno si sta cercando di avviare la rilevazione dei rifiuti conferiti. Non è semplice effettuare delle scelte e ponderare a priori i miglioramenti economici, tecnici, ambientali e sociali di un servizio complesso come quello dei rifiuti, ma le soluzioni organizzative e strutturali del futuro sono dirette su scelte di ottimizzazione dei servizi e contenimento dei costi. Assessore Rifiuti Costantino Renato

Torna su
AnconaToday è in caricamento