Gara sospesa, le decisioni del giudice: l'Atletico Ponterosso pronto a fare ricorso

Quattro giocatori anconetani colpiti dalla giustizia sportiva dopo il playout di Seconda Categoria sospeso sabato scorso. Inibizione anche per un dirigente della Vigor Camerano

un fotogramma del video della partita

Squalifiche fino a novembre e fino a settembre per due giocatori dell'Atletico Ponterosso. Altri due atleti anconetani colpiti con tre e una giornata di squalifica. Più un dirigente della Vigor Camerano inibito fino al 6 giugno. Sono le decisioni della giustizia sportiva rispetto alla partita Vigor Camerano - Atletico Ponterosso che si è giocata sabato scorso (26 maggio) fino a circa il 68' prima di essere sospesa dall'arbitro Grossi di Pesaro quando il risultato era di 2-0 per i locali. Una decisione, quella del fischietto pesarese, presa a seguito delle accese proteste degli anconetani seguite a un'espulsione, la seconda della gara. Nel referto l'arbitro si è detto accerchiato e spintonato da un paio di giocatori e ha ritenuto non ci fossero più le condizioni di sicurezza per portare a termine la gara. Una "reazione eccessiva" secondo gli anconetani che hanno presentato ricorso per errore tecnico commesso dall'arbitro – con tanto di cartellino rosso sventolato al giocatore sbagliato – dopo il quale ci sono state proteste ma non atti di violenza. Il giudice ha respinto il reclamo dell'Atletico, che chiedeva la ripetizione del match, visto che il referto arbitrale è "fonte privilegiata ed esclusiva per l'assunzione dei provvedimenti" e deciso di assegnare la vittoria a tavolino (3-0) alla Vigor Camerano.

Irrorate anche le squalifiche. I due giocatori dell'Atletico più "accesi", secondo l'arbitro, sono stati squalificati fino al 28 novembre (più 300 euro di sanzione) e fino al 26 settembre. Per entrambi si parla di spinte "energiche". Per proteste accese è stato squalificato un altro giocatore per tre giornate mentre un altro atleta anconetano, espulso durante la gara, come di norma, si è beccato una giornata.  L'Atletico farà ricorso. Secondo la dirigenza Grossi ha perso il polso della situazione senza che ce ne fossero gli estremi, come dichiarato dal dirigente Gabriele Ferretti nei giorni scorsi. In un video pubblicato su Youtube dalla Mmag Comunicazione che ha ripreso l'incontro si vede l'arbitro circondato di giocatori che protestano, qualche spinta, nessuna borraccia lanciata, come invece si era parlato in un primo momento, al suo indirizzo. Nulla che facesse presagire il termine anticipato dell'incontro. L'arbitro si è successivamente chiuso negli spogliatoi e, all'uscita, si è fatto scortare dai carabinieri di Camerano. Nel referto non si parla assolutamente di violenza ma solo di "proteste energiche", né il fischietto si è recato al pronto soccorso. Quindi?  «Le sanzioni sono esagerate ed il video lo dimostra, certo che facciamo ricorso - annuncia Ferretti – le ingiustizie non ci vanno giù».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento