Camerano, educazione ambientale e stradale con la polizia locale

Obiettivo generale sarà quello di promuovere una cultura della legalità intesa come rispetto dei principi fondamentali della convivenza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Partita la nuova iniziativa sperimentale di educazione ambientale e stradale con le classi quinte delle scuole elementari, con lezioni tenute dagli agenti di Polizia Locale. Obiettivo generale sarà quello di promuovere una cultura della legalità intesa come rispetto dei principi fondamentali della convivenza civile e dell'acquisizione del concetto di "persona" come soggetto di diritti e doveri. Gli incontri tratteranno, in modo sintetico e veloce, argomenti inerenti l'ambiente, il patrimonio pubblico e il Codice della Strada. L'educazione ambientale (che non riguarda la raccolta dei rifiuti) e di rispetto del patrimonio pubblico, illustrerà alcune situazioni critiche riscontrate nel territorio Comunale negli ultimi anni; attraverso le foto di spazzatura abbandonata e atti vandalici si cercherà di sensibilizzare i bambini ad un comportamento più responsabile. Per quanto riguarda l'educazione stradale sarà esaminato il comportamento che i bambini devono adottare quando attraversano o camminano su una strada, all'interno dell'automobile, sulla bicicletta e saranno spiegati alcuni segnali stradali. Attraverso gli incontri si mira inoltre a stabilire relazioni di fiducia tra i bambini e gli agenti di Polizia. Ogni cittadino, grande e piccolo, deve essere consapevole del fatto che il danneggiamento di beni pubblici, i rifiuti lasciati per terra, gli schiamazzi, la mancata osservanza delle regole che disciplinano la circolazione di mezzi e persone può creare pericolo e disagi. Riteniamo che sia giusto e doveroso mettere in campo iniziative di questo tipo, utili alla formazione dei giovani che da un lato vengono informati sui rischi del mancato rispetto delle regole, dall'altro si cerca di rafforzare il senso di identità e di appartenenza alla comunità cittadina. Responsabilizzare i nostri futuri cittadini è il nodo cruciale per lo sviluppo di una società giusta e rispettosa.

Torna su
AnconaToday è in caricamento