Cronaca

Mascherine in dono alla Polizia Penitenziaria: «Nelle carceri un dramma nel dramma»

Il presidente della Camera Penale di Ancona spiega il gesto: «Sappiamo quanto sia duro e importante il lavoro di chi deve tradurre in pratica l'obiettivo di rieducazione della pena»

La Camera Penale di Ancona, su decisione unanime del Consiglio direttivo, ha deciso di acquistare 200 mascherine (lavabili e quindi riutilizzabili) per donarle ai due reparti della Polizia Penitenziaria di Ancona delle sedi di Montacuto e Barcaglione. La consegna delle mascherine è avvenuta sabato 4 aprile 2020.

La Camera Penale di Ancona sottolinea l’evento, spiegano il presidente avv. Fernando Piazzolla e la segretaria avv. Francesca Petruzzo, «non per l’atto in sé, quanto per focalizzare l’attenzione dei mezzi di comunicazione e della società civile rispetto a quel dramma nel dramma che si sta consumando all’interno degli istituti penitenziari. La Camera Penale di Ancona è ben consapevole del lavoro quotidiano portato avanti dalla Polizia Penitenziaria, oltre che dagli altri operati dell’amministrazione penitenziaria, poiché è a loro che è affidato in concreto il difficile compito di tradurre in pratica i precetti e i principi di carattere costituzionale elaborati in tema di esecuzione della pena, rendendo più umano e vivibile il carcere per raggiungere quell’obiettivo di rieducazione delle persone a cui la sanzione penale è finalizzata». 

DUECENTO MASCHERINE ALLE CARCERI DI MONTACUTO E BARCAGLIONE 

DALLA CINA A FALCONARA: L'OMBRA DEL MERCATO NERO SULL'IMPORT DI MASCHERINE 

PIZZA E BIBITE, IL REGALO DELLA POLIZIA PENITENZIARIA ALL'OSPEDALE

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mascherine in dono alla Polizia Penitenziaria: «Nelle carceri un dramma nel dramma»

AnconaToday è in caricamento