Cronaca Le Grazie / Via Cupramontana

Perizia sulla caldaia-killer: indagato il tecnico della manutenzione

Il pm ha affidato l'incarico della perizia ad un ingegnere che si è preso 60 giorni di tempo per redigere una relazione completa. Si farà luce sulle responsabilità del tecnico

La sera della tragedia

Una perizia sulla caldaia per capire le cause della perdita di monossido di carbonio che il 12 marzo ha ucciso Giorgio Paladini, 79 anni, mentre la moglie 74enne Lucia e il figlio di 49 anni Andrea sono finiti in ospedale. La mamma era stata dimessa con il figlio due giorni dopo la tragedia ma è dovuta rientrare in ospedale per problemi di natura respiratoria. È attualmente ricoverata nella cittadella sanitaria di via Conca. 

Sono ancora molti i dubbi da chiarire: si farà luce sulle eventuali responsabilità del tecnico di 35 anni, ora indagato per omicidio colposo e lesioni, intervenuto per la manutenzione nell’appartamento di via Cupramontana il giorno precedente. Il pm Serena Bizzarri ha affidato l'incarico della perizia all'ingegnere Gaetano Rocco che si è preso 60 giorni di tempo per redigere una relazione completa. La caldaia è ancora sotto sequestro giudiziario dal giorno dell’incidente. L’esperto dovrà verificare se il tubo di scarico era posizionato nella maniera corretta. Difatti il 35enne il giorno prima della tragedia aveva cambiato una guaina perché gli inquilini sentivano un forte odore di gas. Avevano avvertito il servizio erogatore Edma, che aveva controllato la casa rilevando una piccola perdita (meno del 7%). La famiglia Paladini avrebbe chiamato il tecnico che però si sarebbe preoccupato solo di sistemare quel problema senza mai toccare il tubo all’estremità della caldaia che, invece, è stato trovato staccato nei successivi controlli. Il perito dovrà chiarire anche se l’intervento del 35enne fosse conforme e bastevole al tipo di problema. Attraverso il suo legale l'indagato ha nominato un consulente di parte per una sua perizia sulla caldaia, mentre la famiglia Paladini ha fatto lo stesso attraverso il loro legale, l’avvocato Piergiorgio Sacchettoni. Il loro consulente è l’ingegnere Giuseppe D’Aria. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perizia sulla caldaia-killer: indagato il tecnico della manutenzione

AnconaToday è in caricamento