rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca

Cade in casa, chiede aiuto ma qualcosa non va: soccorritori preoccupati

Quando i volontari della Croce Gialla sono arrivati davanti alla porta di casa hanno capito subito che la donna stava tacendo informazioni importanti

ANCONA - Cade in casa e lancia l'allarme chiamando i soccorsi. Quando i volontari della Croce Gialla di Ancona si sono presentati davanti casa sua, però, prima ancora di entrare hanno notano che la signora aveva un atteggiamento strano. Come se volesse nascondere qualcosa ai militi. Alla fine, dopo averla inclazata un po', ha riferito che sua suocera era risultata positiva al Covid-19 e che «era quasi guarita». Così, come da prassi, il personale ha immediatamente indossato le tute così da proteggersi dall'eventuale contagio. Alla fine la donna è stata soccorsa e trasportata in codice giallo all'ospedale regionale di Torrette. 

Sull’intera vicenda è intervenuto il presidente della Croce Gialla di Ancona Alberto Caporalini: «Certi comportamenti sono da condannare. Essere positivi al Covid non deve essere motivo di vergogna ne tanto meno si deve mettere in pericolo la salute dei nostri volontari o dipendenti che siano. Forse qualcuno crede che in caso di paziente  positivo al Covid il soccorso non venga effettuato». Prosegue: «In questi due anni di pandemia abbiamo trasportato centinaia di pazienti positivi al Covid sia noi che le altre pubbliche assistenze ma non è concepibile mettere a repentaglio la salute del personale. Se una persona è positiva al Covid lo deve comunicare al personale impiegato alla centrale operativa del 118 al momento della chiamata che poi lo riferisce al nostro equipaggio in partenza. Noi seguiamo alla lettera i protocolli sanitari per il contrasto alla diffusione del Covid ma siamo sempre attenti anche alla formazione del personale impiegato sui nostri mezzi come quello intervenuto l’altra sera in questo appartamento».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade in casa, chiede aiuto ma qualcosa non va: soccorritori preoccupati

AnconaToday è in caricamento