menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Macabra scoperta a Filottrano: cadavere carbonizzato nel campo, è un 60enne

I carabinieri non hanno escluso alcuna ipotesi, dalla fatalità al gesto volontario. L'autopsia potrebbe chiarire come è morto l'uomo

Il cadavere semi carbonizzato di un 60enne, Maurizio Bertini, è stato rinvenuto ieri (mercoledì 13 gennaio) intorno alle cinque di pomeriggio in un campo che costeggia via Villa Santa Maria, la strada che porta a San Biagio di Filottrano. Sul corpo dell'uomo sono state trovate ustioni gravi dappertutto, tranne che sui piedi e sulle caviglie. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Norm di Filottrano e di Osimo che non hanno escluso alcuna pista. Anche se la causa della morte più accreditata sembra essere quella di una fatalità dovuta all'accensione del fuoco nel campo, gli inquirenti avrebbero vagliato anche l'ipotesi di un gesto volontario. 

La vittima abitava al primo piano del casolare vicino al campo dove è stato ritrovato cadavere, mentre al secondo vivevano il fratello insieme alla moglie e al figlio. Proprio al 20enne è toccata la macabra scoperta: erano ore che non vedeva più suo zio e così, preoccupato, aveva iniziato a cercarlo insieme a sua mamma. Spingendosi oltre il casolare e arrivando al campo si è accorto del corpo riverso di un uomo. Era il povero zio Maurizio, ormai deceduto da ore.

Sul posto sono arrivati subito i soccorsi sanitari del 118 ma per lui ormai non c’era più nulla da fare. Ora si attende l'autopsia sul corpo che potrebbe chiarire le cause della tragica morte. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento