rotate-mobile
Cronaca

Minorenne preso di mira dai baby bulli. La mamma preoccupata: «C'è anche chi fa sesso nei bagni pubblici»

L’episodio è successo in piazza Roma. Mamma preoccupata: «Sono preoccupata, in centro è pieno di ragazzini aggressivi, a mio figlio hanno chiesto i soldi due volte»

ANCONA - «Sono preoccupata, in centro è pieno di ragazzini aggressivi, a mio figlio hanno chiesto i soldi due volte. Nei bagni pubblici c’è chi fa sesso». Racconta così una mamma anconetana il cui figlio, domenica pomeriggio, è stato avvicinato con fare minaccioso da due ragazzini, in piazza Roma, per farsi dare dei soldi. Lo hanno fermato due volte, mentre era in compagnia di tre amici. «I soldi lui non li aveva - continua la mamma - a casa non glieli diamo, giusto due euro con cui si era già comprato la merenda. Mio figlio ha 14 anni ed è da questa estate che ho iniziato a farlo uscire in centro da solo ma se il clima è questo non lo manderò più in città. Ci sono ragazzi prepotenti. Li ho visti anche io, sabato». La donna era in centro per acquisti, sabato pomeriggio, e si è insospettita quando il figlio non è voluto scendere alla fermata di piazza Roma. 

«Solo dopo ho capito, lì è pieno di bulli. Quando siamo passati uno di questi ha guardato mio figlio minaccioso poi ha cercato di raggiungerlo - continua la mamma - per fortuna c’ero io. Ho chiamato mio figlio per nome, gli ho detto dai andiamo, e quel ragazzo se ne è andato. Accadono cose brutte in centro, i ragazzini parlano tra loro, c’è chi è stato derubato delle scarpe da tennis firmate e mandato a casa scalzo». Parlando con delle colleghe di lavoro la mamma del 14enne ha saputo che nei bagni pubblici ci sarebbe anche chi fa sesso. «Tre settimane fa - racconta - una ragazzina che avrà avuto 13 anni è stata vista da una mia collega, con un ragazzo. Facevano sesso in bagno. Lei era seduta sul lavandino. Si sono accorti che era entrata una persona ma non gli ha importato nulla. La mia collega è fuggita disgustata e anche spaventata. Non è stata in grado di dire loro nulla. Sono ragazzi che possono essere pericolosi». La mamma ha segnalato tutto ai City Angels che da mesi si occupano di vigilare sulla città, avvisando anche le forze dell’ordine. «Ho detto a questa donna che può denunciare i fatti alle forze dell’ordine - dice Patrizia Guerra, referente dei City Angels - spero lo faccia. Era molto preoccupata, la capisco».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenne preso di mira dai baby bulli. La mamma preoccupata: «C'è anche chi fa sesso nei bagni pubblici»

AnconaToday è in caricamento