rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca Torrette / Via Esino

Prendono di mira mamma e figlia lanciando sassi e sputi: baby teppisti scatenati al palazzo viola di Torrette

Ha chiesto ai ragazzi di smetterla di infastidire: loro si sono scatenati. La vittima ha deciso di pubblicare un post di sfogo su Facebook

ANCONA - I ragazzini terribili si sono scatenati e hanno lanciato sassi e sputi verso una donna che si trovava fuori dal supermercato con sua figlia. La sua unica colpa è stata quella di chiedere loro di smetterla di infastidire. E' quanto accaduto ieri verso mezzogiorno al palazzo viola di Torrette, in via Esino. A raccontarlo sui social è proprio la protagonista di questa vicenda, Martina Subissati che in gruppo Facebook cittadino scrive: «Volevo avvertire quei bravi ragazzi che tiravano sassi dall’alto, bestemmiando di continuo e sputando anche di sotto, che vi ho visti in faccia e verranno segnalati alle autorità. Voglio complimentarmi per l’educazione data, poi se vengono denunciati diranno “poverini, si divertivano”».

SaIMG-4416-3rebbero stati sette i giovanissimi, tutti minorenni, a prendersela con lei. «Stavo uscendo dal supermercato Conad insieme a mia figlia - racconta la donna - e mi sono avvicinata ad una panchina per parlare con un signore anziano che conoscevo quando dei ragazzini hanno iniziato a tirare dall’alto dei piccoli sassolini, come del breccino. Mi sono infastidita e ho chiesto loro di smetterla più volte finché non ho detto che avrei chiamato i carabinieri. A quel punto il capo del gruppo ha iniziato a bestemmiare di continuo e ad urlare. Ordinava agli altri del gruppo di raccogliere i sassi che poi hanno iniziato a lanciare di sotto. Sono uscita dal lato del magazzino della Conad e, insieme a mia figlia che mi chiedeva di andarcene spaventata, ci siamo allontanate alla svelta. Hanno iniziato a sputarmi dietro e per fortuna non mi hanno preso altrimenti davvero mi sarei infuriata». Martina descrive una situazione ormai esasperata al palazzo viola: «La scorsa settimana stavo prendendo un caffè al bar e hanno iniziato a lanciare le lattine di red bull dal terrazzino su cui stanno tutti i giorni ora che è finita la scuola». In effetti i balconi di questo centro commerciale sono preda da mesi di gang scatenate. Solo pochi mesi fa una donna che lavora presso un'associazione aveva ritrovato l'auto danneggiata perché dei teppisti avevano lanciato di sotto bottiglie e altri oggetti in plastica.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prendono di mira mamma e figlia lanciando sassi e sputi: baby teppisti scatenati al palazzo viola di Torrette

AnconaToday è in caricamento