Cronaca

Sputi, insulti e danneggiamenti: la banda dei baby bulli terrorizza autisti e passeggeri

I ragazzini ogni giorno seminano il panico sulla linea R, il bus che collega Castelfidardo ad Ancona. Gli autisti chiedono più sicurezza sulle tratte e un maggior controllo

Un gruppo di ragazzini terribili sparge il terrore quotidianamente sulla linea R dell'Atma, l'autobus che collega Castelfidardo ad Ancona. A segnalare gli episodi critici sono stati gli stessi autisti della Conerobus in una lettera firmata dalla Rsu dell'azienda e dalla Fit Cisl di Ancona. «Serve una maggiore presenza del personale di verifica sulla tratta che dovrebbe prendere accordi con chi effettua il turno al fine di organizzare al meglio l'intervento (se lungo il percorso, al capolinea ecc)». Prosegue: «Considerando l'importanza della cosa al fine di generare sicurezza e tranquillità nei lavoratori confidiamo in un riscontro urgente». Gli episodi si ripeterebbero quasi ogni giorno: «Infastidiscono i passeggeri e i conducenti, questi ultimi non riescono a mantenere la concentrazione alla guida. Inoltre si fanno beffe anche delle misure di sicurezza anti Covid, mettendo e togliendo la mascherina di continuo, saltando sui sedili e sputando a terra». Così segnala Augusto Serrani, coordinatore territoriale di Fit Cisl Marche.

In via XXIX Settembre uno della gang (sarebbero sei o sette, tutti di origine straniera) avrebbe manomesso la leva della porta posteriore disattivando così la sicurezza del mezzo. Il bus ha fatto scattare automaticamente le misure di protezione e l’autista è stato costretto a fermarsi in mezzo al traffico per porre rimedio all'avaria. Il giovane, a quel punto, avrebbe dato una spallata alla porta e, incoraggiato dai suoi compagni, se la sarebbe data a gambe. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sputi, insulti e danneggiamenti: la banda dei baby bulli terrorizza autisti e passeggeri

AnconaToday è in caricamento