Brigate Volontarie per l’emergenza, spesa a domicilio allo spazio Heval

Sta emergendo l’emergenza per l’approvvigionamento dei beni di prima necessità, soprattutto dei generi alimentari. Loro sono a disposizione

Ad Ancona sono nate le Brigate Volontarie per L’Emergenza promosse e organizzate dallo Spazio Comune Heval per portare aiuto alle persone con maggiori difficoltà. "L’emergenza che, tutti e tutte noi stiamo vivendo, espone le persone più vulnerabili sia, da un punto vista fisico, che da un punto di vista sociale ed economico, a maggiore precarietà. Crediamo, sia in momenti come questi, che occorra stimolare e rafforzare il senso di appartenenza alla comunità civile, ampia e plurale, senza nessuno escluso, per salvaguardare il benessere dei suoi membri".

Lo Spezio Comune Heval, ha sede da un anno, nel quartiere degli Archi e ad esso fanno rifermento l’Associazione sportiva Ancona Respect e l’Associazione di volontariato Shimabara Marche. Da tempo le associazioni sono attive sul territorio con progetti d’inclusione sociale e di solidarietà attiva. Nell'emergenza del terremoto, la sede precedente di Heval, è stata uno dei centri più attivi in città, nella raccolta e distribuzione dei beni di prima necessità ai terremotati. "Siamo da sempre vicino alle famiglie in disagio economico offrendo loro servizi di mutuo-aiuto che innanzi tutto crediamo debbano generare opportunità di scambio e di socialità per mettere in comune necessità e risorse.
In questi giorni, in cui molti non possono andare a lavorare e/o si sono visti ridurre o addirittura sospeso lo stipendio, sta emergendo l’emergenza per l’approvvigionamento dei beni di prima necessità, soprattutto dei generi alimentari. Per questo ci siamo attivati nel realizzare una ridistribuzione dal basso di questi beni che chiunque può donare e ricevere. I nostri volontari, dopo un’adeguata formazione ricevuta dai medici di Emergency di Milano, in merito al protocollo per la sicurezza sanitaria, si recheranno a ritirare i pacchi alimentari per poi consegnarli a chi ne farà richiesta. Ci stiamo organizzando anche per coordinarci con il numero unico attivato dai servizi sociali del Comune di Ancona rimanendo a disposizione per tutte le necessità che possiamo assolvere nelle nostre competenze".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per informazioni:  https://www.spaziocomuneheval.it/ - 3201181725 o mail a spaziocomuneheval@gmail.com.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

  • Meteo, l'autunno irrompe sulle Marche: in arrivo temporali e crollano le temperature

  • Sconfitta dal Marina alla prima di campionato, l'Anconitana è già una delusione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento