Niente botti, solo fontane per il Capodanno in città: «Spaventano gli animali»

Lo scorso anno un cane scappò impaurito provocando un incidente stradale e perdendo la vita. Il Comune corre ai ripari e chiude la finestra

Niente botti a Falconara. Nemmeno nella storica finestra permessa dalla vecchia amministrazione Brandoni "dalle 21.30 del 31 dicembre alle 2 del primo gennaio". Ordinanza più rigida quella che si appresta a firmare il sindaco Stefania Signorini. «Pensiamo tutti alle conseguenze che un gesto banale come accendere un petardo può avere. L’anno scorso un cane spaventato scappò da un giardino e provocò un incidente nel quale perse la vita, mettendo in pericolo quella dell’automobilista» dice il primo cittadino. La decisione è arrivata oggi in giunta. Domani la firma dell'ordinanza. «Questo – si legge in una nota del Comune - per tutelare i soggetti più deboli, come bambini, anziani, persone diversamente abili e animali domestici, la cui sicurezza potrebbe essere minacciata dall’utilizzo nei luoghi pubblici di giochi pirotecnici che provocano forte rumore. L'esplosione dei mortaletti, oltre a mettere a rischio l’incolumità fisica, crea potenziale pericolo di incendio a contatto con materiale infiammabile, vista la presenza lungo le strade di veicoli in sosta».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Libero l'utilizzo, invece, di fontane e fuochi luminosi. «L’invito rivolto a tutti – aggiunge il sindaco - è quello di divertirsi rispettando le regole, scegliendo fuochi d’artificio meno rischiosi e che siano completamente in regola, adottando tutte le precauzioni necessarie». All’appello del primo cittadino si unisce anche il Comitato My Fido, gruppo di amanti degli animali che a Falconara ha raccolto oltre 200 adesioni in pochi mesi e che ha avviato una collaborazione con il Comune. Gli attivisti di My Fido, oltre a raccomandare di non utilizzare i ‘botti’, in questo periodo natalizio invitano tutti a non regalare un cane come fosse un oggetto, ma piuttosto ad adottare un amico a quattro zampe in modo consapevole. «Fate diventare la scelta di prendere un cane come un momento condiviso e ponderato per accogliere quello che diventerà a tutti gli effetti un membro della famiglia per anni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento