Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Bocconi avvelenati nei giardini, l'O.I.P.A. lancia l'allarme: «Non lasciare liberi gli animali»

Tutte le polpette e le esche topicide vengono ritrovate grazie all'impegno dei volontari dell'O.I.P.A. che, di fronte alle segnalazioni, corrono a soccorrere gli amici animali, aiutare i padroni e scovare eventuali altri pericoli, evitando così conseguenze peggiori

Polpetta avvelenata

Troppi casi di polpette al veleno e ed esche topicida in giro per Ancona. A Collemarino un cane è morto mentre altri hanno rischiato grosso e l'O.I.P.A. (Organizzazione per la protezione degli animali ) di Ancona lancia l'allarme con un comunicato stampa: «Chiediamo a tutti di fare la massima attenzione ovunque e chiediamo ai padroni di non lasciare i nostri amici a 4 zampe in giardino e di segnalare tempestivamente qualsiasi accaduto alle forze dell'ordine preposte». 

Dunque l’associazione animalista mette in guardia tutti gli anconetani proprietari di un animale domestico perché, in questo momento, è verosimile che ci sia qualcuno capace non solo lasciare lumachicidi e topicidi in giro per le strade o nei parchi, ma anche di lanciare polpette avvelenate nei giardini di proprietà privata. Infatti venerdì scorso proprio un anconetano del Piano ha trovato nel suo cortile almeno 12 polpette avvelenate che, solo per mera fortuna e una buona dose di attenzione da parte sua, non sono finite tra i denti del suo cane. Salvo per poco.

Meno fortunato un cane di Collemarino che domenica ha ingerito un’esca topicida trovata lungo via Tamburini. Questa volta il veleno è stato letale e l’animale è morto dal veterinario. Lunedì altre esche trovate nel quartiere Piano. Tutti ritrovamenti a cui si è arrivati grazie all’opera disinteressata dei volontari dell’O.I.P.A. Ancona che, di fronte alle segnalazioni, corrono a soccorrere gli amici animali, aiutare i padroni e scovare eventuali altri pericoli, evitando così il peggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bocconi avvelenati nei giardini, l'O.I.P.A. lancia l'allarme: «Non lasciare liberi gli animali»

AnconaToday è in caricamento