rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca

Blitz e scritte No Green pass, indagini serrate: il cerchio si stringe su Telegram

I responsabili degli atti vandalici alla Cgil, al Paolinelli e all’Univpm sarebbero da collocare all’interno di una “sigla” già nota

ANCONA- Quanto accaduto nella giornata di ieri (4 aprile), con le scritte no vax e no Green pass con tanto di insulti e improperi all’indirizzo della Cgil e di varie forze politiche compreso il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli, ha suscitato sdegno unanime da ogni sede istituzionale. Ad essere colpiti dal blitz vandalico sono state la sede della Cgil, il Federale Paolinelli (dove risiede il centro vaccinale più importante del territorio) e la facoltà di ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche. Luoghi selezionati appositamente per “questo tipo di messaggi”. Da ieri le indagini – condotte attraverso l’ausilio sia della Digos e sia della Polizia Postale - si stanno svolgendo in modo serrato per cercare di dare un volto e un nome ai responsabili che rischiano di dover rispondere per reati quali costituzione e partecipazione ad associazione segreta e istigazione all’interruzione di pubblico servizio.  

I raid sono stati infatti contrassegnati da un simbolo, una doppia "V", con indicazione ad entrare in un gruppo Telegram per raccogliere nuovi adepti. E proprio sulla piattaforma di messaggistica fondata dall’imprenditore russo Pavel Durov si sono strette le indagini. Ci sono già dei precedenti analoghi legati ad un movimento simile che promuoveva azioni contro i vaccini in nome della “lotta non violenta”. Gli inquirenti dovranno capire se, effettivamente, ci sono nessi concreti per collegare il tutto come si sospetta. I precedenti di cui parlavamo avevano portato a perquisizioni su tutto il territorio nazionale ai danni di soggetti di varia età. Nel mirino centri vaccinali, politica, istituzioni e anche giornalisti rei – secondo gli attivisti – di non aver contrastato “la campagna vaccinale”. L’obiettivo è quello di chiudere il cerchio quanto prima anche attraverso l’ausilio delle telecamere di sorveglianza e di qualche testimonianza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz e scritte No Green pass, indagini serrate: il cerchio si stringe su Telegram

AnconaToday è in caricamento