menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La segnaletica che indica l'ingresso dell'ospedale Salesi di Ancona

La segnaletica che indica l'ingresso dell'ospedale Salesi di Ancona

Bimbo nasce e muore dopo 13 ore, aperta un'inchiesta: sequestrate le cartelle cliniche

E' quanto accaduto ad una donna di Castelfidardo, ricoverata all'ospedale Salesi lo scorso sabato. La sera ha partorito naturalmente, poi la tragedia, per cui il pm chiederà l'autopsia sul corpicino del piccolo

Partorisce al Salesi e poi il bambino muore. Diventa un caso la tragedia consumatasi tra l’11 e il 12 settembre scorso, quando una donna di Castelfidardo è stata ricoverata all’ospedale dei bambini Salesi di Ancona per dare alla luce la sua creatura. Una nuova vita durata appena 13 ore, dopo le quali il cuoricino del piccolo ha smesso di battere per motivi che ora dovrà accertare la Procura di Ancona.  Ricevuta la denuncia dei familiari infatti, il pm Marco Pucilli ha aperto un fascicolo di inchiesta per omicidio colposo sul cui registro non ci sono ancora indagati. Ma è solo questione di tempo. Le indagini sono al vaglio della Squadra Mobile di Ancona che, diretta dal capo Virgilio Russo, ha già ascoltato i familiari della donna e alcuni testimoni, individuando una decina di specialisti tra medici, ostetriche e infermiere che, quel giorno, hanno avuto a che fare con il parto. Una volta accertato chi saranno gli indagati, il pm disporrà l’autopsia sul corpo del neonato per stabilire con precisione le cause del decesso. Intanto ieri nuovo sopralluogo degli inquirenti, che hanno sequestrato le cartelle cliniche e tutta la documentazione relativa al ricovero della mamma fidardense. 

Il piccolo era venuto al mondo sabato 10, attorno alle 10,30, con parto naturale. Ma qualcosa è andato storto. Il giorno dopo il quadro clinico del piccolo è peggiorato. Fino alla morte. Ora però i genitori vogliono vederci chiaro perché, stando alla loro denuncia, ci sarebbero state delle anomalie nel percorso di gestazione. Troppo lungo per una donna che, da qualche ora prima del parto, aveva forti dolori mentre il feto al suo interno sarebbe andato in sofferenza perinatale. Il direttore generale dell'Azienda Ospedali Riuniti di Ancona, Michele Caporossi, appena ha appreso la notizia, ha disposto un'indagine interna immediata. «La nostra commissione farà luce su questa tragedia - spiega - Si è trattato di una gravidanza fisiologica, non credo si siano verificati problemi durante il parto. Ma c'è un'inchiesta in corso e non possiamo ancora sbilanciarci. A nome dell'Azienda, rivolgo le condoglianze alla famiglia con la promessa di fare tutto il possibile per risalire alle cause di questa disgrazia».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento