rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Bilancio 2014 della Polstrada, meno incidenti ma aumentano le vittime

Per l'anno 2014 la polizia Stradale di Ancona e Marche ha messo in campo una massiccia presenza di pattuglie per prevenire gli incidenti stradali dati da una serie di fattori, tra cui la velocità e l'uso del cellulare

Per l’anno 2014 la polizia stradale delle Marche ha messo in campo una massiccia presenza di pattuglie per prevenire quelle che sono le principali cause di incidenti stradali: velocità, il mancato utilizzo di cinture o del casco (per i motocicli) e l’uso del cellulare alla guida. In totale 70mila multe staccate da più di 20mila pattuglie, sia lungo la A14 sia lungo le provinciali. Il risultato? Ci sono stati meno incidenti stradali e quelli con feriti sono diminuiti del 22% (1.583) e di conseguenza le persone ferite sono diminuite del 7%. Ma resta il dato negativo: sono aumentati gli incidenti mortali con 37 persone decedute in tutta la regione nello scorso anno. Sono anche state ritirate quasi 1.600 patenti e 1.100 carte di circolazione, con un incremento di quasi il 3% rispetto al 2013. E’ il quadro che emerge dai dati raccolti dal compatimento della Polizia Stradale che, nelle Marche, è guidato dal comandante Emilio Guerrini (in foto). 

Ma tutto il nucleo di polizia stradale non si occupa solo di incidenti perché sono tanti i fronti su cui gli agenti sono in prima linea ogni giorno.

TRASPORTO MEZZI PESANTI. La maggior parte vengono controllati per contrastare la concorrenza sleale di ditte di autotrasporto straniere che, eludendo leIMG_4523(1)-2-2-2 leggi nazionali ,offrono al mercato prezzi al ribasso. Oltre 12.000 controlli, di cui il 40% rivolto a conducenti di ditte straniere. Le infrazioni accertate sono aumentate del 23% e complessivamente hanno raggiunto oltre 2.600 violazioni. Ma i camion spesso trasportano anche animali, sia per verificare la provenienza di quelli destinati al macello, sia per la tutela della vita animale nelle altre circostanze. 

FURTI SU AUTO E TIR. Con l’aumento di controlli, soprattutto da parte dell’intelligence, si è raggiunto l’obiettivo: meno furti rispetto al 2013, che da 14 passano a 5 reati denunciati.

Oltre a questo gli agenti su strada hanno anche effettuato numerosi controlli nell’ambito delle patenti false, all’insorgenza dell’abusivismo nella gestione dei rifiuti. Ma anche controlli sulle basilari norme di sicurezza di chi guida, come i camionisti che falsificano i cronotachigrafi per guidare oltre il limite di ore consentito. Tutti numeri che ci danno anche l’importanza delle prevenzione e la polizia Stradale non manca di agire anche su in questo senso. Lo fa ad esempio con il “Progetto Icaro”, che vede coinvolti numerosi istituti scolastici superiori ed universitari.

In generale si può dire che in Italia si sono verificati meno incidenti come meno vittime rispetto al 2013. Ma anche meno comportamenti che violassero il codice della strada e il codice penale. Tutto questo grazie anche all’impegno di 4 milioni di pattuglie stradali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio 2014 della Polstrada, meno incidenti ma aumentano le vittime

AnconaToday è in caricamento