Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Marche, fallimenti e reati societari: i numeri della Guardia di Finanza nell'anno 2014

Sono solo alcuni dei numeri del bilancio consuntivo per il 2014 elaborato dalla Guardia di Finanza delle Marche. Ma i militari vantano molti altri interventi tra cui quelli volti ad individuare diversi milioni di euro evasi allo Stato

Se uno dei primi compiti è quello della tutela dei mercati finanziari, allora la banca dati della Guarda di Finanza delle Marche ha registrato 97 persone denunciate e 7 arrestati per reati fallimentari, societari, bancari e finanziari. Ma l’obiettivo era anche la tutela dell’economia legale a favore delle imprese e dei cittadini che, a differenza di altri, sono rispettosi delle regole. Per cui si contano 11,5 milioni di euro sottratti allo Stato. Sono solo alcuni dei numeri del bilancio consuntivo per il 2014 elaborato da parte della Guardia di Finanza delle Marche. Non solo perché l’opera delle fiamme gialle ha riguardato tutta una serie di aree di intervento che vanno dalla lotta a qualsiasi economia sommersa fino al contrasto della criminalità organizzata. In particolare per quanto concerne l’evasione fiscale e le frodi sono state eseguite 754 verifiche e 887 controlli. Alcuni numeri? 16.400 controlli in materia di emissione degli scontrini e delle ricevute fiscali; 4.200 controlli su strada relativi alla circolazione delle merci; 569 denunce per reati tributari soggetti di cui 3 arrestati con con relativo sequestro di 29 milioni di euro; 306 lavoratori scoperti completamente in nero; 154 lavoratori cosiddetti irregolari “utilizzati” da 123 datori di lavoro; 158 casi di frodi Iva. 

TRAFFICO DI STUPEFACENTI. Denunciate 168 persone, di cui 77 tratte in arresto, e sequestrati complessivamente oltre 546 Kg di droghe di cui oltre 483 Kg di hashish e marijuana, e oltre 63 Kg di eroina e cocaina.

PORTO. Incisiva anche l’attività di polizia doganale svolta che ha consentito di denunciare 92 soggetti e riscontrare 31 violazioni nonché di sottoporre a sequestro oltre 5 tonnellate di tabacchi lavorati esteri ed accertando oltre 220 tonnellate di tabacchi lavorati nazionali consumati in frode. Numerose le denunce e i sequestri nell’ambito dell’immigrazione clandestina. 

CRIMINALITA’ ORGANIZZATA. Le fiamme gialle sono riuscite a risalire a tutta una serie di beni illecitamente accumulati. In particolare sono stati sottoposti a sequestro, in base alla normativa antimafia, beni per oltre 1,1 milione di euro e confiscati definitivamente beni per 60.000 euro.
Specifica attenzione anche per quel che riguarda i reati contro la Pubblica Amministrazione caratterizzati da condotte illecite e dipendenti pubblici infedeli. Ma anche nel settore delle accise, a tutela del monopolio statale del gioco e delle scommesse, la contraffazione e le frodi agroalimentari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marche, fallimenti e reati societari: i numeri della Guardia di Finanza nell'anno 2014

AnconaToday è in caricamento