rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca

Tomasz, il clochard pestato all'ex Fiera della Pesca vuole tornare a casa: i City Angels lanciano la raccolta fondi per comprargli il biglietto

Il 42enne, che ha anche un foglio di via dall'Italia, si appoggia a Porto Recanati per ora. I City Angels stanno raccogliendo soldi per comprargli il biglietto aereo

ANCONA - La catena della solidarietà si è attivata per Tomasz, polacco senzatetto di 42 anni che a fine aprile era stato aggredito brutalmente da due conoscenti rumeni all'ex Fiera della Pesca. L'uomo è finalmente uscito dall'ospedale e sta bene dopo un periodo trascorso in gravi condizioni a Torrette. 

Il gruppo dei City Angels, capitanati da mamma coraggio Patrizia Guerra, spinti dalla solidarietà hanno deciso di avviare una raccolta fondi. Dice Guerra: «Vorremmo acqusitare un biglietto aereo per farlo tornare in Polonia da sua madre. Abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti». Il 42enne ha un foglio di via emesso dalla questura di Ancona e al momento si troverebbe a Porto Recanati. E' arrivato in Italia otto anni fa e, dopo vari lavori svolti in giro per l'Italia, si è trovato in gravi difficoltà economiche e sociali. Una vita sfortunata purtroppo la sua. 

Il 24 aprile scorso, la sera dell'aggressione, Tomasz dormiva nell'alloggio di fortuna, poi smantellato poco tempo dopo. All'improvviso due ombre gli si erano avvicinate e l'avevano pestato a sangue mandandolo in ospedale con gravi contusioni. Il racconto choc lo aveva fatto ad Ancona Today il suo amico Pavel, anche lui clochard, con cui condivideva il giaciglio. «Lo hanno preso a calci e a pugni - aveva detto - erano in due uno più alto e l’altro più piccolo». Dopo il brutale pestaggio era arrivata l’ambulanza insieme ad una pattuglia dei carabinieri.

WhatsApp Image 2022-06-09 at 06.16.05 (1)-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tomasz, il clochard pestato all'ex Fiera della Pesca vuole tornare a casa: i City Angels lanciano la raccolta fondi per comprargli il biglietto

AnconaToday è in caricamento