Sul bus con un biglietto contraffatto, fornisce un falso nome e finisce nei guai

Il controllore ha chiamato la polizia che ha accompagnato in questura la 54enne

foto di repertorio

E’ salita sul bus con un biglietto contraffatto e quando la polizia le ha chiesto i documenti, ha fornito false generalità. Per questo è stata denunciata una badante ucraina di 54 anni. A richiedere l’intervento delle Volanti, ieri mattina in piazza Cavour, erano stati i controllori della Conerobus che avevano sorpreso su un autobus di linea la donna in possesso di un biglietto contraffatto, con la parte relativa alla validità che era stata cancellata. Una volta accompagnata in questura, è emerso che aveva fornito anche un nome finto: di qui la denuncia, oltre alla multa. 

Nel corso delle ultime 24 ore gli agenti delle Volanti hanno effettuato una trentina di interventi per liti non violente, falsi allarmi, pubblico soccorso, viabilità e schiamazzi. Una denuncia se l’è rimediata ieri sera anche un 36enne della Moldavia, sanzionato in piazza Roma per ubriachezza e per il possesso di una bottiglia di vino e di una birra, oltre l’orario consentito dal regolamento comunale per il possesso di contenitori di vetro in strada. Poco prima della mezzanotte, inoltre, i poliziotti sono intervenuti a Palombina, sulla Flaminia, per la presenza di un’auto parcheggiata nel posto riservato ai disabili. La vettura è stata rimossa con il carro attrezzi e il proprietario è stato multato. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • Nell'auto una spesa per più di mille euro, polizia chiede e loro danno risposte diverse

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Cade fuliggine dal cielo, residenti preoccupati: arriva l'Arpam per i controlli

  • Lite temeraria, condannata la palestra chiusa da 6 mesi: ipotesi class action per i clienti

Torna su
AnconaToday è in caricamento