Cronaca

Batterie esauste, scoperto il deposito abusivo: maxi multa e sequestro

La polizia ha scoperto che il materiale era esposto agli agenti atmosferici e quindi molto inquinante. Così hanno denunciato e sanzionato il titolare dell'attività

Batterie esauste sequestrate dalla polizia

Scoperto dalla polizia di stradale di Ancona e Fabriano un deposito abusivo di batterie per auto. Gli agenti hanno controllato una nota azienda di Belvedere Ostrense, specializzata in autodemolizioni e recupero dei metalli. Nel locali e nel terreno adiacente hanno scoperto un deposito abusivo di settanta batterie esauste, sparse sul terreno ed esposte agli agenti atmosferici e dunque del tutto inquinanti. Le batterie esauste, classificate come materiale pericoloso e sottoposte ad un ferreo regime legale di gestione e smaltimento, rinvenute alla rinfusa e senza cautele per la salvaguardia dell’ambiente hanno fatto scattare la denuncia nei confronti del titolare, al quale in aggiunta è stata comminata una sanzione pecuniaria di oltre 4mila euro in relazione alla tenuta, anch’essa risultata irregolare, del registro dei rifiuti classificati pericolosi nel quale non erano state annotate diverse decine di litri di liquidi provenienti dallo smontaggio dei motori degli autoveicoli in demolizione. Le batterie sono state poste in sicurezza e sequestrate.

La sezione polizia Stradale di Ancona è dotata di una squadra di professionisti dediti ai controlli sulle attività di autodemolizione nonché a quelle di riparazione, noleggio e vendita di veicoli nonché alle autoscuole e agenzie di pratiche auto.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Batterie esauste, scoperto il deposito abusivo: maxi multa e sequestro

AnconaToday è in caricamento