menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il traffico per Torrette

Il traffico per Torrette

"Basta traffico e centri commerciali", al via la raccolta firme per fermare il Comune

Contro il centro commerciale perché aumenterebbe il traffico, quello di auto e mezzi pesanti che già invadono il cuore di Torrette in cerca della A14, ma soprattutto il traffico dell'ospedale regionale

Non tutti i torrettani erano usciti convinti dall'incontro con la Mancinelli lo scorso 21 dicembre, quando il sindaco aveva prospettato il progetto di riqualificazione dell'ex Centrale del Latte con una nuova viabilità. Scatta così la raccolta firme promossa da residenti e commercianti. Già da mercoledì i promotori dell’associazione “Torrette Stop Degrado” saranno presenti in vari punti del quartiere per raccogliere la sottoscrizione dei residenti. Ma anche di altri anconetani che frequentano Torrette per lavoro, perché hanno amici e parenti o semplicemente vivono parte della loro giornata o settimana nel quartiere alla periferia nord della città. "L'idea è quella di raggiungere un cospicuo numero di firme per chiedere una sorta di referendum attraverso il quale i cittadini possano decidere se avallare o meno la proposta del Comune che, lo ribadiamo, noi condanniamo" fanno sapere dall'associazione Stop Degrado. 

LA PETIZIONE. “La petizione rappresenta l’assoluta contrarietà da parte dei cittadini per la nuova variante urbanistica dell’ex centrale del latte, tra via Esino-via Misa-via Velino, compresa tra l’intersezione con via Flaminia e via Metauro - si legge nel documento - L’area in questione comprende una zona già trafficata e frequentata da studenti dell’istituto tecnico Volterra, al quale andranno ad aggiungersi quelli dell’istituto nautico e professionale, la scuola materna Alba Serena, l’area verde Parco Gabbiano e dei circoli che rappresentano una zona estremamente frequentata e abitata. E’ quindi inconcepibile un cambio di viabilità che andrebbe ad aumentare il traffico, mettendo ulteriormente a rischio lo stato di salute e sopravvivenza di studenti e cittadini”. Praticamene i residenti sono contrari ad un nuovo centro commerciale all'ex centrale del Latte per due motivi: ci sono già tre centri commerciali ( Simply, Maxi Coal e  Lidl) e numerose attività commerciali "che spesso, a causa della mancanza di parcheggi, sono vittime di mancata crescita economica” si legge nella petizione e poi perché il tutto non farebbe che aumentare ulteriormente il traffico.

IL TRAFFICO. Un vero spauracchio per chi vive Torrette, da anni martoriato da un traffico automobilistico abnorme. Quello di auto e mezzi pesanti, che più volte a settimana invadono il cuore di Torrette alla ricerca dello svincolo per la SS16, in passato era già bastato per potare la gente in stradaa manifestare. A questo si sommano le auto dirette alle scuole, ai circoli, ai centri commerciali, alle scuole calcio. Ma soprattutto all’ospedale regionale. E i parcheggi? Ci sono, peccato che non bastino visto che via Tronto e via Di Giuseppe sono quotidianamente prese d'assalto dal popolo del plesso universitario. Auto parcheggiate senza regola, sosta selvaggia, carreggiate dimezzate. Tanto vigili che facciano multe per divieto di sosta non se ne vedono anche se, a volte, sono costretti ad intervenire quando qualche automobilista si piazza davanti ai passi carrabili dei residenti. Con la creazione dei parcheggi a spina di pesce lungo via Di Giuseppe (costo 20mila euro), le cose non sono migliorate gran che. 

In definitiva si chiede che “l’area dell’ex centrale del latte sia utilizzata per edilizia abitativa a canone agevolato, centri di aggregazione giovanile, strutture civiche e sportive e di parcheggi considerando le strutture sopracitate". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento