La Chiesa di Santa Maria di Portonovo torna ad Italia Nostra, firmata la convenzione

Italia Nostra Onlus ha partecipato e vinto, il bando pubblico nazionale indetto dal Ministero per i Beni e delle Attività Culturali ed il Turismo

Il 2017 si apre con una bella notizia per l’Associazione “Italia Nostra Onlus” che si vede riaffidata la valorizzazione e la fruizione pubblica della Chiesa di S. Maria di Portonovo, in Ancona. Italia Nostra Onlus ha infatti partecipato al bando pubblico nazionale indetto dal Ministero per i Beni e delle Attività Culturali ed il Turismo (Mibact) ed è stata prescelta, rispetto ad altre proposte concorrenti, per la “maggiore offerta di orario di apertura e la migliore articolazione dell'offerta progettuale ed eventi straordinari".

La durata della convenzione che si andrà a sottoscrivere sarà di cinque anni. Per la associazione si tratta di un gradito ritorno dopo che per almeno 15 anni la sezione, prima con la “Portonovo srl” e poi con il Comune di Ancona, ha promosso la valorizzazione e fruizione pubblica della Chiesa romanica dell’anno Mille, garantendo in primo luogo la sua apertura gratuita a decine di migliaia di visitatori e poi realizzando visite guidate per le scuole e per tutti coloro che lo hanno richiesto. Il progetto vincitore del bando vede la collaborazione con Italia Nostra della l’Associazione Musicale “Zona Musica” per la realizzazione di attività orientate a valorizzare il bene storico culturale con l’utilizzo anche della attrazione della attività concertistica e musicale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

Torna su
AnconaToday è in caricamento