Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Doppia truffa: sgominava banda che agiva in quattro regioni

Sgominata banda di specialisti delle truffe online in grado di falsificare inserzioni e contratti commerciali, ai danni di migliaia di ignari cittadini. Avevano anche in piedi una "truffa parallela" sui contratti di energia e gas

Si è conclusa dopo circa cinque mesi di indagini, una complessa attività investigativa che ha permesso di sgominare un'organizzatissima banda di specialisti delle truffe online in grado di falsificare inserzioni e contratti commerciali, ai danni di migliaia di ignari cittadini.
Il sodalizio criminale, costituito anche da “insospettabili incensurati”, è stato smantellato grazie ad una brillante operazione denominata “Tutto Truffa” e portata a termine dai militari della Stazione Carabinieri di Numana  e da quelli della Compagnia di Osimo.
L’associazione criminale, che operava oltre che nelle Marche, anche in Piemonte, in Umbria e nel Lazio, era composta da nove persone: due di esse sono state sottoposte a fermo di polizia Giudiziaria, le altre sette sono state invece deferite in stato di libertà.

LE INDAGINI. Ad insospettire i Carabinieri nello scorso agosto, fu l’approfondimento su alcuni annunci, pubblicati su noti siti web specializzati nelle contrattazioni commerciali, che pubblicizzavano l’affitto di appartamenti (in realtà inesistenti) nel centro turistico di Numana.
Dalle truffe portate a termine emerse fino ad ora la banda è riuscita ad incassare 6mila euro di soli anticipi versati sulle carte di credito prepagate, raggirando circa una ventina di persone.

DENUNCE E ARRESTI. Ai due fermati, già tradotti presso la Casa Circondariale di Ancona Montacuto, considerati le menti ed i capi dell’organizzazione, sono stati attribuiti i reati di Truffa, Frode informatica, Falsità materiale in scrittura privata, uso d’atto falso, sostituzione di persona in concorso e continuati. Si tratta di personaggi già noti e identificati per:

- B.A., nato a Brescia, Cl.1984, residente in Pedaso (FM), celibe, commerciante, pregiudicato.
- S.W.G., nato a Torino, Cl.1984, residente in Pedaso (FM), di fatto domiciliato in Civitanova Marche (MC), celibe, commerciante pregiudicato.

Nel quadro delle medesime attività investigative, venivano deferite in stato di libertà per gli stessi reati, altri soggetti della banda identificati per:

- S.M.D., nato a Moncalieri (TO), Cl. 1975, residente in Pedaso (FM), celibe, nullafacente, pregiudicato;
- A.L., nata a San Benedetto del Tronto (AP), Cl. 1976, residente in Pedaso (FM), nubile, commerciante, pregiudicata;
- R.B., nata in Albania, Cl. 1989, residente a Civitanova Marche (MC), nubile, nullafacente, incensurata, risultata in regola con il permesso di soggiorno.

DOPPIA TRUFFA. Dalle medesime indagini, inoltre, scaturivano altri elementi a carico di tutti i componenti della banda, che assieme a 4 complici, avevano messo in piedi un’ulteriore raffinata truffa, fingendosi dipendenti di società satellite di un noto fornitore di energia elettrica e gas naturale, stipulando circa 3.700 nuovi contratti a carico di altrettanti ignari utenti residenti in Piemonte ed in Umbria, incassando provvigioni indebite per un importo di oltre 326mila euro.
In particolare, uno dei truffatori individuati, di professione agente di commercio, era arrivato a minacciare il rappresentante legale della Società fornitrice in oggetto per costringerlo ad autorizzare comunque il pagamento delle provvigioni degli ultimi contratti stipulati, da questi interrotto dopo aver sospettato la truffa.
L’esito complessivo delle perquisizioni domiciliari eseguite a carico dei suddetti, ha consentito il sequestro di diversi computer, i-pad, telefoni cellulari e materiale informatico, oltre che documenti altamente probanti, per un valore complessivo di € 20.000,00 circa.        

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppia truffa: sgominava banda che agiva in quattro regioni

AnconaToday è in caricamento