Rapine agli uffici postali ad Ancona e provincia, catturato anche il quarto uomo

La Squadra Mobile ha arrestato un 38enne, considerato anche lui un esecutore materiale dei crimini, che aveva fatto perdere le sue tracce nascondendosi in un casolare di campagna nella provincia catanese

Il capo della Mobile dorica Giorgio Di Munno

E’ terminata ieri la latitanza dell’ultimo dei quattro rapinatori catanesi che da marzo a poche settimane fa si sono resi responsabili, secondo la polizia, di rapine ai danni di uffici postali di Ancona e provincia.

I Poliziotti in servizio alla Squadra Mobile della Questura di Ancona, in collaborazione coi colleghi della Questura di Catania, dopo due mesi di indagini coordinate dalla Procura dorica e capillari ricerche sul territorio marchigiano e catanese,  sono riusciti a catturare anche il quarto rapinatore, A.R. 38enne catanese, uno degli esecutori materiali delle rapine agli uffici anconetani.

L’uomo si era infatti dato alla latitanza intuendo che il cerchio degli inquirenti si stava mano a mano stringendo attorno a lui. Gli inquirenti imputano alla banda almeno cinque episodi:

-il tentativo di rapina all’ufficio postale di Roncitelli di Senigallia avvenuto il 10/03/2014
-La rapina all’Ufficio Postale di Ancona Frazione Candia, del 19.06.14.
-La rapina all’Ufficio Postale di Jesi di Via Fausto Coppi del 26.05.14.
-Il tentativo di rapina all’Ufficio Postale di Montecosaro Scalo (MC) del 04.10.14.
-Il tentativo di rapina all’Ufficio Postale di Ancona frazione di Torrette del 04.10.14.

I capi di imputazione vanno dall’associazione per delinquere finalizzata alla consumazione di rapine a mano armata, detenzioni di armi e strumenti atti ad offendere e ricettazione.

Il Pm titolare delle indagini, Dott. Rosario Lioniello, ha emesso un provvedimento di fermo di persone gravemente indiziate di delitto che ha permesso di condurre immediatamente in carcere i fratelli G.S.V. ed E.V., secondo gli inquirenti organizzatori, basisti e coordinatori delle attività criminali, nonché R.A. (’70) anch’esso catanese, uno degli esecutori materiali delle rapine.

Ieri, la Squadra Mobile ha catturato anche il 38enne catanese, considerato anche lui esecutore materiale, che aveva fatto perdere le sue tracce nascondendosi in un casolare di campagna nella provincia catanese. Denunciati anche altri soggetti che lo hanno aiutato nella latitanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento