Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Tranciavano le gomme nei parcheggi e derubavano gli anziani, banda in arresto

Colpi messo a segno in tutta Italia, compresa la nostra Regione. Il blitz è scattato lunedì quando i Carabinieri ha rintracciato ed arrestato i componenti della banda

E' finita con tre arresti l'indagine dei Carabinieri di Forlì riguardante una banda specializzata nei furti ai danni di anziani. Come riporta il quotidiano ForliToday Il loro modus operandi ben collaudato era sempre lo stesso: nei parcheggi di negozi e supermercati due uomini teneva sotto controllo, a distanza, le auto che arrivavano, principalmente di anziani, poi una volta posteggiate bucavano la gomma anteriore destra, tagliandola con un coltello e restano poi in attesa del ritorno del proprietario del mezzo. Quando la vittima ripartiva, poco dopo era costretta a fermarsi a lato strada per sostituire lo pneumatico o chiamare aiuto. E proprio in quel frangente i malviventi colpivano, rubando borse, borselli e marsupi lasciati anche solo per pochi istanti incustoditi nell'abitacolo.

I carabinieri della Reparto Operativo provinciale, comandati dal tenente colonnello Gianluigi Cirtoli, e del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Forlì, comandati dal tenente Francesco Grasso, nelle loro attività di indagine sono riusciti ad individuare ben 14 furti di questo tipo, in tutt'Italia, addebitabili ad un terzetto di napoletani finiti arrestati lunedì scorso nel capoluogo campano, uno di 39 anni e gli altri due di 43 anni, tutti soggetti già noti alle forze dell'ordine. In questo modo, sempre secondo le accuse, avrebbero messo assieme un bottino da decine di migliaia di euro. Spesso non si accontentavano solo del denaro contante che trovavano, ma utilizzavano i bancomat se i pin erano custoditi nel portafoglio o nella memoria del telefono e a quel punto facevano grossi prelievi di denaro anche solo dieci minuti dopo il furto. Tagliavano le gomme nei parcheggi e poi derubavano anziani: banda in manette  Le indagini hanno consentito di individuare la mano degli arrestati  in 14 furti analoghi, consumati da maggio 2017 a febbraio 2018, commessi a Forlì e provincia, Roma, Prato, Desenzano del Garda (Brescia), Bologna, Fano (Pesaro), Pomezia (Roma), Sesto Fiorentino (Firenze) e Marcon (Venezia).

Il blitz è scattato nelle prime ore di lunedì, a Napoli, quando i militari della Compagnia di Forlì, con il supporto operativo dei militari della Compagnia Carabinieri di Napoli Stella, hanno rintracciato e arrestato i tre uomini, successivamente portati al carcere di Poggio Reale. Uno di loro ha cercato di nascondersi in una soffitta, in un vano ricavato dietro del pesante materiale stipato. La compagna presente in casa ha cercato di sviare i carabinieri sostenendo che l'uomo si trovava fuori casa, ma alla fine è stato il bambino di casa, “bocca della verità” a indicare innocentemente ai carabinieri che aveva visto il padre pochi minuti prima in casa. Nell’ambito dell’indagine, un quarto uomo è stato denunciato a piede libero  ricettazione, per aver acquistato alcuni prodotti hi-tech, precedentemente comprati utilizzando una delle carte di credito rubate.

L'ARTICOLO DI FORLITODAY

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tranciavano le gomme nei parcheggi e derubavano gli anziani, banda in arresto

AnconaToday è in caricamento