Falconara, flop della banda del buco: fermata da una cassaforte

Dai filmati registrati dalla telecamere interne è chiaro come la coppia di ladri fossero supportati da un 3° complice. Un palo che, dall'esterno, avviserebbe i compagni con una ricetrasmittente ogni qual volta si muova qualcosa di sospetto

Supermercato Tuodì

Ennesimo colpo della banda del buco. Ma questa volta ai ladri è andata male perché non sono stati capaci di forare la cassaforte nel punto giusto, rimanendo a bocca asciutta. Sono arrivati intorno alla mezzanotte di ieri alla rotatoria di via Marconi, a pochi chilometri da Castelferretti e si sono arrampicati sul tetto. Da lì sono entrati attraverso un pannello, facendo scattare l’allarme che ha richiamato la vigilanza privata. Poteva essere la volta buona per acciuffare la banda che ormai ha reso l’anconetano una groviera. E invece ce l’ hanno fatta anche stavolta. Sì, perché era tutto pianificato, anche l’arrivo della vigilanza privata. Lo testimonia il fatto che inizialmente hanno agito a luci accese e poi, ogni volta che si avvicinava qualcuno dall’esterno, spegnevano tutto e calava il silenzio. Ecco perché il vigilante, memore di occasioni passate, ha pensato al solito falso allarme. E invece dentro c’era la banda del buco. Un modus operandi da veri professionisti. 

La solita coppia che, questa volta, è entrata nel retro del supermercato, ha rotto l’impianto elettrico e poi ha puntato la cassaforte, che però era munita di un particolare sistema di sicurezza per cui se non la sia apre in un preciso punto, dovunque la si forzi, si accede ad una sorta di doppiofondo. E così, quando i banditi hanno forato il metallo, si sono trovati uno spazio vuoto. Niente soldi dunque e, credendo di aver fatto un viaggio a vuoto, se ne sono andati verso le 2:00. «La paura è che adesso ci possano riprovare - ha detto la responsabile del punto vendita Tuodì - Hanno rotto fili elettrici e la cella frigo con la frutta. E’ stato più il disagio che il danno».

IL GIALLO DEL 3° COMPLICE. Ma i ladri all’interno del market come facevano a sapere quanto accadeva fuori? E’ presto detto. Dai filmati registrati dalla telecamere interne risulterebbe chiaro come i due fossero supportati da un 3° complice. Parlavano ad una sorta di ricetrasmittente con qualcuno. Presumibilmente un palo che, dall’esterno, avvisava i compagni ogni volta che nei pressi del supermercato si muovesse qualcosa di sospetto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

Torna su
AnconaToday è in caricamento