Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Padre non vede il figlio da sei anni. Portato all’estero dalla madre: condannata per sottrazione di minore

Il bambino aveva 12 anni. La donna lo aveva portato a Praga per le vacanze estive e gli aveva fatto fare un provino per il calcio, per entrare nella squadra giovanile del paese

ANCONA - Sei anni prima di rivedere il figlio ormai maggiorenne. Tanto ha dovuto aspettare un padre anconetano che per aver concesso due settimane di vacanze estive al bambino, 12enne, da passare con la madre a Praga, ha dovuto denunciare poi la donna per sottrazione di minore. Solo compiuti 18 anni i due si sarebbero riabbracciati. Per quella lontananza la madre del minore, ormai 21enne, è stata condannata oggi dal tribunale di Ancona ad otto mesi, pena sospesa. Dopo aver portato il figlio in Repubblica Ceca, paese di origine della donna, 50 anni, non lo ha più riportato in Italia. I fatti risalgono a luglio del 2015. La sentenza di oggi è stata emessa dalla giudice Maria Elena Cola. L'imputata era difesa dall'avvocato Renato Codiglia. Il reato è di quelli definiti permanenti, quindi che non si prescrivono nel tempo, e caratterizzato dall'offesa che si protrae nel tempo in virtù di una condotta persistente e volontaria. In questo caso fino al compimento dei 18 anni del bambino che poi è stato libero di decidere per sé e di rivedere anche il genitore, un anconetano di 70 anni, geometra, che abita a Montemarciano. La coppia, che ha anche un altro figlio ma era già maggiorenne all’epoca, aveva l’affido dei figli condiviso dopo la separazione. Per il 12enne il tribunale dei Minori aveva stabilito la collocazione del bambino a casa del padre perché economicamente più benestante e per non allontanarlo dalla casa dove aveva vissuto fino al momento della separazione dei genitori. La madre poteva vederlo nei pomeriggi, a week end alterni e per due settimane d'estate, durante le ferie. A luglio del 2015 lo aveva portato, d'accordo con il padre del 12enne, a Praga, nel suo paese di origine. Il bambino era appassionato di calcio così la madre gli aveva fatto fare un provino ed era stato preso nella squadra giovanile della Slavia Praga.

Finite le due settimane non lo ha più riportato in Italia. A settembre 2015 il padre l'ha denunciata per sottrazione di minore. Stando alla difesa era stato il bambino a voler rimanere a Praga per via del calcio e il 70enne sarebbe stato d'accordo a farlo stare con la madre e gli aveva spedito anche tutti i vestiti. Poi però ci avrebbe ripensato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre non vede il figlio da sei anni. Portato all’estero dalla madre: condannata per sottrazione di minore
AnconaToday è in caricamento