Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Spacciavano fumo in garage e ai giardini pubblici, a giudizio banda di baby pusher

Per alcuni di loro il giudice minorile ha già predisposto la messa alla prova mentre per altri è attesa l'udienza in cui i Servizi Sociali presenteranno dei progetti ad hoc per la messa alla prova

I ragazzini in cerca di fumo facevano riferimento a loro che avevano messo in piedi un giro di spaccio di hashish e marijuana, in alcuni casi anche eroina e ketamina. Compravano la droga in quantità da ragazzi più grandi per poi rivenderla ai loro coetanei. Per questo sono stati rinviati a giudizio con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti 12 giovanissimi di Fabriano che, all’epoca dei fatti, tra il 2013 e il 2015, erano tutti minorenni. E proprio ai minori vendevano le sostanze, che andavano sempre a 10 euro al grammo per le droghe leggere e 50 euro per ogni grammo di polvere bianca. Un giro di affari andato avanti anni, almeno fino a quando non venne scoperto dalle intercettazioni dei Carabinieri che, alla fine, denunciarono tutti alla Procura per i Minori delle Marche. 

Secondo quanto emerso dalle investigazioni dei militari, i baby pusher fabrianesi, oggi di età compresa tra i 16 e 21 anni, avevano cominciato a smerciare fumo usando come quartier generale il garage dell’abitazione di uno di loro, dove non solo ricevevano i clienti ma in alcuni casi si premuravano di assaggiare e controllare che la marijuana fosse buona. Non solo il garage perché il gruppo usava anche i giardini pubblici di Fabriano. Per alcuni di loro il giudice minorile ha già predisposto la messa alla prova mentre per altri è attesa l’udienza in cui i Servizi Sociali presenteranno dei progetti ad hoc per la messa alla prova. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciavano fumo in garage e ai giardini pubblici, a giudizio banda di baby pusher

AnconaToday è in caricamento