Baby stalker, "spregiudicati e fuori controllo": c'è il sesto arresto ed ha 20 anni

Intanto si è già tenuto l’interrogatorio di garanzia per un 16enne recluso nel carcere di Napoli, componente della banda dei baby stalker di Ancona

Foto di repertorio

C’è un sesto componente della baby gang di stalker che, per mesi, ha terrorizzato i coetanei anconetani con estorsioni, pestaggi e minacce di ogni genere. Se la prendevano vigliaccamente anche contro ragazzi invalidi, mentre i genitori di questi ultimi vedevano i loro figli trasformarsi da sorridenti e socievoli a “zombie” sempre più chiusi in se stessi e in cerca di un riparo. Avevano paura anche solo a sentire nominare uno dei componenti della banda del terrore. Ma alla fine sono stati arrestati, anche grazie alle denunce sporte dai genitori delle vittime, accompagnate nei mesi dai loro legali, tra cui l’avvocato Laura Versace. A fermare la banda sono stati gli agenti della Squadra Mobile di Ancona che, condotta dal capo Carlo Pinto, avevano già dato una spallata al branco lo scorso agosto facendo scattare le manette nei confronti del più grande: si tratta di un 20enne anconetano. 

Per lui la procura minorile aveva chiesto e ottenuto dal giudice il carcere perché, come scrive il pm nella richiesta di misura di custodia cautelare, richieste non soddisfatte innescavano la violenza inaudita del … che delineano una particolare inclinazione del predetto a delinquere, una spiccata spregiudicatezza oltre che la sua totale incapacità di autocontrollo, incurante delle eventuali conseguenze delle sue azioni. Fatto sta che il 20enne alla Silvia Pennucci-2fine era finito proprio nel carcere di Montacuto ma, ad oggi, il carcere è stato convertito negli arresti domiciliari dopo la richiesta dell’avvocato Silvia Pennucci (foto a sinistra), che difende il 20enne e uno dei minori. 

Intanto già oggi si è tenuto l’interrogatorio di garanzia per un 16enne recluso nel carcere di Napoli e che, difeso dall’avvocato Michele Carluccio (foto in basso), non ha risposto alle domande del Gip. Tuttavia ha rilasciato spontanee dichiarazioni, dicendosi dispiaciuto per tutta questa vicenda e ribadendo di non aver fatto nulla di quanto gli viene contestato perché sarebbe stato sì presente a quei fatti, ma di non aver mai preso parte attiva alle violenze. 

I racconti choc delle vittime: "Per loro gravissimi turbamenti psicologici"

 Sollievo per vittime e genitori: «Sempre avuto fiducia nella polizia, grazie»

"Spregiudicati e fuori controllo": c'è il sesto arresto ed ha 20 anni

Difende suo figlio, mamma nel mirino dei baby stalker: «Ci sono bastonate anche per te»

Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento