Cronaca

Aspio: hot line e cartomanti, così l’azienda evase 20 milioni di euro

Telefonate erotiche e consulenze di sedicenti maghe e cartomanti: queste, rivela il Resto del Carlino, le attività principali del call center finito al centro dell'indagine della Guardia di Finanza di Ancona

Telefonate erotiche e consulenze di sedicenti maghe e cartomanti: queste, rivela il Resto del Carlino, le attività principali del call center finito al centro dell’indagine della Guardia di Finanza di Ancona per aver evaso il fisco per una cifra superiore ai 20 milioni di euro tra il 2006 ed il 2010 per mezzo dell’estrovestizione societaria, ossia la finta localizzazione in territorio estero della sede dell’impresa.

L’azienda infatti aveva la sede legale nel territorio di San Marino, quando in realtà persone, mezzi, apparecchiature, strutture, tutti situati ad Osimo – per la precisione in zona Aspio – dove si svolgeva l’effettiva attività d’impresa, che impiegava il lavoro di una quindicina di giovani.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aspio: hot line e cartomanti, così l’azienda evase 20 milioni di euro

AnconaToday è in caricamento