Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca Via D'Ancona

Osimo: autovelox in via D’Ancona, fumata nera dal giudice di pace

Il magistrato onorario ha invitato le parti a chiedere chiarimenti al Ministero degli Interni e ha rinviato l'udienza al primo ottobre, in attesa di ricevere delucidazioni sulla interpretazione della normativa

Si è tenuta ieri davanti al giudice di pace dott.ssa Paola Isabella Belli l’udienza riguardante il ricorso sull’autovelox di via d’Ancona, ad Osimo. I ricorrenti – 3 automobilisti, tra gli oltre 400 multati – rappresentati dall’avvocato D’Angelo, hanno prodotto memorie integrative e depositato un recente parere espresso dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. Parere però giudicato “poco chiaro” dal giudice, che ha invitato le parti a chiedere chiarimenti al Ministero degli Interni e ha rinviato l’udienza al primo ottobre in attesa di ricevere delucidazioni sulla interpretazione della normativa in questione.

Il Comune di Osimo, dal canto suo, rappresentato dal comandante della Polizia Municipale Graziano Galassi, ha ribadito che gli atti, i pareri espressi e le circolari emanate dagli organi istituzionali coinvolti nel procedimento di autorizzazione e installazione dell’autovelox (Provincia di Ancona, Prefettura di Ancona, ecc.) alla data di installazione del rilevatore di velocità, erano perfettamente concordanti ed in linea con la normativa vigente in materia. Il comandante ha chiesto termine per valutare la fonte gerarchica dei pareri espressi e la loro forza giuridica nel procedimento in questione, per poi valutare se possono fare chiarezza sulla normativa, che si presta a diverse interpretazioni.

Un ginepraio di leggi e circolari, quindi, tra le quali si cerca di fare luce.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Osimo: autovelox in via D’Ancona, fumata nera dal giudice di pace

AnconaToday è in caricamento