Autovelox della discordia, i sindacati: «Dalle multe un piano per la sicurezza dei pedoni»

La richiesta di Cgil, Cisl e Uil sulla destinazione di incassi per 2 milioni di euro derivanti dalla raffica di automobilisti fulminati dal rilevatore di velocità sulla Statale 16

L'autovelox di Falconara, ora spento

Si è tenuto oggi l’incontro con il sindaco di Falconara, Stefania Signorini, e il comandante della Polizia Locale, richiesto da Cgil, Cisl e Uil sulla vicenda del Velox sulla statale 16, all’altezza di Falconara, che ha generato decine di migliaia di multe a partire dallo scorso mese di luglio.

«Accanto alla nostra ferma convinzione circa il rispetto delle norme stradali - fanno sapere le sigle sindacali -, abbiamo criticato il fatto che non si sia immediatamente provveduto a segnalare alla popolazione l’enorme numero di infrazioni che il velox certificava. Inizialmente, infatti, sono state rilevate 800 infrazioni al giorno a fronte delle 30-40 che erano nelle previsioni del Comando di polizia locale. E’ certo che una immediata ed efficace comunicazione avrebbe consentito di “risparmiare” agli automobilisti molte multe, dato che, dopo l’arrivo massiccio a settembre delle prime contravvenzioni a mezzo posta, il numero di infrazioni è sceso da 800 a meno di 200 al giorno. Ad oggi sono state rilevate 40 mila infrazioni di cui circa 20 mila già inviate per un incasso di circa un milione di euro che potrebbe quindi raggiungere a fine procedura quasi i 2 milioni. Non tutta la cifra sarà tuttavia disponibile per attività del Comune, infatti occorre prevedere quanto necessario alle spese amministrative e di notifica e quanto di dubbia esigibilità. In ogni caso, il bilancio 2020 beneficerà di alcune centinaia di migliaia di euro».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Come Cgil, Cisl e Uil - prosegue il comunicato - chiediamo, nell’ambito dei vincoli di legge, che le risorse incassate vengano utilizzate in primo luogo per l’ abbattimento delle barriere architettoniche presenti nella città, nell’implementazione della sicurezza degli attraversamenti pedonali e nella manutenzione dei percorsi pedonali, a partire da quelli destinati al Pedibus per gli alunni. Chiediamo di conoscere nel dettaglio le azioni che saranno intraprese, prendendo atto della disponibilità dell’Amministrazione comunale a procedere sulla linea richiesta. Su decisione del Comune oggi il Velox è inattivo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un colpo mortale a Fiorella e 4 fendenti al marito: il killer aveva già provato ad entrare

  • Parcheggia lo scooter e si lancia sotto il treno: tragedia sui binari

  • Choc in spiaggia, prende a pugni una donna e scappa: nella fuga perde i documenti

  • Il killer della porta accanto piantonato in ospedale, aggredì anche un uomo a sprangate

  • Schianto sulla strada per Portonovo, auto contro scooter: grave una donna

  • Entra in casa di una coppia di anziani, prima ammazza lei e poi si scaglia contro il marito

Torna su
AnconaToday è in caricamento