Autovelox alla Caffetteria, gli incidenti proseguono: presto ne arriverà un altro

L’ultimo, avvenuto lunedì 16 settembre, ha visto finire all’ospedale anche un bambino

foto di repertorio

Gli amministratori comunali di Falconara lanciano un nuovo appello per contrastare l’alta velocità lungo la Statale 16, in particolare sulla Variante a poca distanza dalla Caffetteria. Nonostante la campagna informativa attuata dal Comune attraverso più canali per raggiungere il più alto numero di automobilisti prima dell’arrivo del nuovo autovelox, installato a giugno lungo la corsia sud (Falconara-Torrette) ed entrato in funzione a luglio, continuano ad accadere incidenti spesso dovuti all’alta velocità. L’ultimo, avvenuto lunedì 16 settembre, ha visto finire all’ospedale anche un bambino. Fortunatamente le conseguenze per le persone non sono state gravi, ma è stato pesante il contraccolpo sulla circolazione, tanto lungo la Variante, quanto sulle strade comunali che in genere sono maggiormente congestionate in caso di incidenti lungo la SS16, rispetto alla quale rappresentano un percorso alternativo. Un altro campanello d’allarme sul mancato rispetto dei limiti di velocità arriva dal numero di sanzioni elevate dal nuovo dispositivo di controllo elettronico.

Eppure l’installazione degli autovelox è stata ampiamente pubblicizzata con quattro comunicati stampa che hanno avuto grande diffusione sui media e sui social network (uno nel momento della decisione di attivare un controllo della velocità nelle strade più a rischio, un secondo in occasione dell’aggiudicazione dell’appalto, il terzo di chiarimento sulla regolarità delle strade scelte e l’ultimo in occasione dell’attivazione del dispositivo lungo la Variante) e con una campagna via WhatsApp per tutto il mese di giugno, con messaggi settimanali agli iscritti e uno speciale incentrato esclusivamente sui nuovi controlli. Il dispositivo nella zona della Caffetteria è inoltre segnalato con due cartelli di grande visibilità. L’amministrazione comunale ha ricordato a tutti gli automobilisti che, oltre a quello lungo la Variante alla Statale 16, in direzione sud (da Falconara a Torrette), sarà presto attivato un secondo autovelox sempre sulla Statale all’altezza di Rocca Priora, lungo la corsia nord, da Falconara verso Montemarciano. In entrambi i tratti di strada il limite consentito è di 70 chilometri orari, ma le apparecchiature, come previsto per legge, hanno una tolleranza di cinque chilometri: le sanzioni scattano per quanti superano una velocità di 75 chilometri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono i numeri a dimostrare la pericolosità dei due tratti di strada che hanno accolto i nuovi autovelox. In zona Caffetteria, solo per citare gli scontri più eclatanti, prima dell’incidente del 16 settembre se ne era registrato uno il 14 giugno, che aveva coinvolto più veicoli e aveva comportato il ferimento di quattro persone. Nell’autunno 2018, a fine ottobre era finita all’ospedale un’intera famiglia in seguito a uno scontro tra tre auto, una settimana prima un doppio tamponamento aveva visto il ferimento di un giovane. Lungo l’elenco degli incidenti anche mortali avvenuti lungo quel tratto di Variante negli ultimi anni, dove nell’autunno 2012 perse la vita la madre di due ragazzi. In quello stesso anno gli incidenti rilevati dalla sola Polstrada nel tratto di Variante tra Falconara e Torrette sono stati 18, scesi a 14 nel 2013 per risalire a 20 nel 2014. Nel 2015 le pattuglie della Stradale sono intervenute 13 volte per incidenti, per salire poi a 21 nel 2016 e a 19 nel 2017. A rischio anche la Statale Adriatica nella zona di Rocca Priora, dove sono stati numerosi gli incidenti dovuti all’alta velocità. Uno dei più gravi era avvenuto nel novembre 2017, quando in un frontale persero la vita tre giovani, due anconetani di 35 anni e un 21enne residente a Montemarciano. L’alta velocità è stata anche la causa di investimenti mortali nello stesso tratto, tra Rocca Priora e la ex Montedison, mentre altri scontri sono avvenuti nelle scorse settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ricercato in Italia, faceva la bella vita a Santo Domingo: preso latitante marchigiano

  • Incendio alla baia, le fiamme divorano il ristorante Spiaggia Bonetti

  • La polizia gli chiede i documenti e lui si rifiuta: «Non siete legittimati a farlo»

  • Alba di fuoco a Portonovo, ogni ipotesi aperta. Bonetti: «Una tragedia ma ripartiremo»

  • Piazza del Papa come un ring, volano anche bottiglie di vetro: tre giovani in ospedale

  • I sentieri del Conero, 7 itinerari per veri duri (o quasi): la classifica completa

Torna su
AnconaToday è in caricamento