rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

Gli autotrasportatori fake raccoglievano la merce e poi sparivano: ditte bersagliate anche ad Ancona

Sono state denunciate sette persone ed eseguito un arresto da parte della polizia nell'ambito di un'indagine durata due anni

Si fingevano autotrasportatori presentandosi nella aziende per ritirare dei prodotti, caricarli nei tir e poi farli sparire dalla circolazione: la banda sgominata dalla polizia di Vicenza aveva colpito anche nell'anconetano. La banda di malviventi di origine campana era riuscita ad impossessarsi di merce di ogni tipo per un valore stimato intorno ai 140 mila euro. Dopo mesi di ricerche, in un’operazione iniziata nel 2020, la polizia stradale è riuscita a rintracciarli e così sono scattate sette denunce e un arresto. 

All’origine una segnalazione raccolta dagli investigatori della Stradale di Vicenza sulla presunta presenza di un gruppo criminale composto da soggetti di origine campana che avvalendosi di falsa documentazione relativa all’attività di autotrasporto (visure camerali, Durc, iscrizioni all’albo nazionale degli autotrasportatori e documenti d’identità falsi), si spacciavano per integerrimi trasportatori e si facevano consegnare la merce per poi sottrarla al committente per ricavarne ingenti guadagni.

Dopo i primi e rapidissimi riscontri veniva bloccato un tentativo di truffa per un valore di 6mila euro ai danni di una ditta di Bassano del Grappa. I due truffatori venivano denunciati in stato di libertà mentre sono stati sequestrati un trattore stradale, un semirimorchio e la relativa documentazione contraffatta. 

L’indagine condotta poi a più largo raggio mediante pedinamenti e l’analisi dei contatti dei soggetti coinvolti ha consentito alle forse dell’ordine di ricostruire ben altri sette episodi criminali con attività riconducibili a reati di riciclaggio, truffa e appropriazione indebita. La polizia ha ricostruito un sodalizio composto da ulteriori cinque componenti, tutti di origine campana, truffatori specializzati che avevano già operato in danno di ditte sparse tra il centro e il nord d’Italia, oltre Vicenza, Forlì, Lucca, Latina ed Ancona, dalle quali si erano fatti affidare per il trasporto merce del valore di circa 140mila euro rendendosi poi irreperibili. Con il coinvolgimento nelle indagini della Polizia Stradale di Mondovì e Napoli è stata individuata una nota ditta di panettoni di Cuneo, vittima di una truffa dal valore di 18mila euro: al termine delle attività di osservazione e pedinamento è stato tratto in arresto uno dei componenti del gruppo criminale, trovato in possesso  di una carta d’identità falsa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli autotrasportatori fake raccoglievano la merce e poi sparivano: ditte bersagliate anche ad Ancona

AnconaToday è in caricamento