Cronaca

Doveva essere in carcere in attesa di processo, scoperto sull'autobus senza biglietto

L’uomo è accusato di aver reperito abitazioni in tutto il Centro-Nord Italia da adibire a casa di appuntamento dove far prostituire ragazze e per questo era stato colpito da una misura di custodia cautelare in carcere

I Carabinieri

E’ accaduto ieri nel primo pomeriggio quando su un’autobus di linea di passaggio in piazza Rosselli, un controllore ha chiesto il ticket ad un cittadino di origini presumibilmente orientali. L’uomo, che viaggiava come passeggero sulla linea C (Tratta Chiaravalle-Ancona), si è rifiutato di mostrare qualsiasi biglietto e documento personale. A quel punto il controllore ha chiamato i Carabinieri di Ancona che sono subito intervenuti. Quando è fallito anche il tentativo dei Carabinieri, quaesti ultimi lo hanon portato di forza in caserma dsove sono scattate una serie di indagini che, nonostante un maldestro tentivo di depistaggio da parte dell’uomo, hanno portato alla sua identità. 

Si tratta di H. G., cinese di 54 anni pregiudicato e senza fissa dimora, colpito da una misura di custodia cautelare del Tribunale di Treviso per reati legati allo sfruttamento della prostituzione. Infatti l’uomo è accusato di aver reperito abitazioni in tutto il Centro-Nord Italia da adibire a casa di appuntamento dove far prostituire ragazze orientali. E così i Carabinieri non hanno fatto altro che portare il cinese nel carcere di Montacuto come imposto dall’autorità giudiziaria trevigiana. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doveva essere in carcere in attesa di processo, scoperto sull'autobus senza biglietto

AnconaToday è in caricamento