Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

L'auto sembra un affare e la compra, ma aveva oltre il doppio dei chilometri dichiarati

Intanto però la Polizia ha ricostruito un sistematico meccanismo di truffa in cui vari dipendenti della concessionaria

Foto di repertorio

Riteneva di aver fatto un ottimo affare un senigalliese che, servendosi di un sito internet, aveva trovato un veicolo di piccole dimensioni di suo gradimento e aveva deciso di  comprarla in una concessionaria, a poco più di 5mila euro e con poco meno di 100mila chilometri. 

Peccato che, già al primo viaggio, l’auto ha cominciato a creare problemi al motore. Il conto del meccanico? 3mila euro. E così il senigalliaese, sospettoso, ha approfondito le condizioni della sua auto, scoprendo come, in realtà, i dati ufficiali indicavano come il mezzo avesse percorso quasi 250mila chilometri. Il venditore è stato così denunciato.

Intanto però la Polizia ha ricostruito un sistematico meccanismo di truffa in cui vari dipendenti della concessionaria, tutti di origine rumena, ma da tempo presenti in Italia, si occupavano di compravendita di auto usate con il contachilometri manomesso, così da vendere ad un prezzo più competitivo. Così alla fine gli agenti del commissariato di Senigallia hanno denunciato 3 uomini per truffa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'auto sembra un affare e la compra, ma aveva oltre il doppio dei chilometri dichiarati

AnconaToday è in caricamento