Cronaca

Portonovo: si barrica in auto sulla spiaggia per ore, intervengono i carabinieri

Dopo ore di intenso dialogo, non riuscendo a convincere l'uomo a uscire, i carabinieri hanno dato mandato ai vigili del fuoco di rompere il vetro, cosa che ha convinto finalmente l'uomo - in cura psichiatrica - a uscire

È rimasto chiuso in auto per cinque ore sulla spiaggia a Portonovo, davanti allo stabilimento Franco, il 38enne originario di Martinsicuro, in provincia di Teramo, in cura per problemi psichiatrici.
L’uomo è stato notato poco dopo le 7 del mattino da alcuni operatori della baia sprofondato tra i ciottoli con la parte anteriore del veicolo: avvicinatisi per chiedere se avesse bisogno di aiuto, gli operatori si sono resi conto della delicata situazione medica – l’autista gesticolava, parlava da solo e dava segni di scarsa lucidità – e hanno chiamato i carabinieri.

I militari, accorsi nella baia assieme al personale del 118 e ai vigili del fuoco, per mezzo della targa sono risaliti al proprietario dell’auto – il padre dell’uomo – che ha spiegato agli operatori intervenuti la situazione e come il veicolo gli fosse stato sottratto la sera precedente.
Dopo ore di intenso dialogo, non riuscendo a convincere l’uomo a uscire, i carabinieri hanno dato mandato ai vigili del fuoco di rompere il vetro, cosa che ha convinto finalmente il 38enne a uscire, preoccupato che si potesse danneggiare l’auto. L’uomo è stato poi accompagnato in ospedale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portonovo: si barrica in auto sulla spiaggia per ore, intervengono i carabinieri

AnconaToday è in caricamento