Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Sviene al volante, salvata da tre sconosciuti che la speronano per fermarla

Ha un malore mentre guida e sviene. Ma viene salvata da tre muratori albanesi, che la vedono priva di sensi e la spingono contro il guard rail fino a fermare la sua corsa. E' successo tutto lo scorso 12 dicembre

Ha un malore mentre guida e sviene. Ma viene salvata da un’altra auto che la sperona su un fianco fino a fermare la sua corsa. E’ successo tutto lo scorso 12 dicembre, lungo la strada statale 16 all’altezza del centro commerciale Auchan. Protagonisti della vicenda tre muratori albanesi di 34, 38 e 41 anni. C’erano loro a bordo del furgoncino che, dopo una sosta per il rifornimento, si stava dirigendo verso nord. Erano le 10:30 del mattino circa quando, ad un tratto, il 41enne ha notato una serie di auto intente a superare di gran carriera una Peugeot 206 nera. Quando l’uomo si è trovato subito dietro, ha notato che l’auto stava vistosamente sbandando, tagliando la carreggiata e rischiando un incidente con altre auto presenti lungo la corsia. Quando il muratore si è affiancato alla destra dell’auto con una sterzata repentina non poteva credere ai suoi occhi: la conducente, una ragazza di Fano di 34 anni, era riversa sul sedile del conducente, svenuta. Non c’era tempo da perdere perché la situazione si sarebbe potuta trasformare in una tragedia in pochi istanti.

A quel punto l'uomo ha sterzato il volante del suo furgoncino da lavoro, colpendo la Peugeot della ragazza sulla parte anteriore della fiancata destra. Ha così accompagnato la corsa dell’auto fuori controllo, fino a quando non è stata completamente stretta al guard rail. Subito dopo i tre albanesi hanno chiamato i soccorsi. Sul posto non solo l’eliambulanza, ma anche le pattuglie della Polizia stradale che hanno voluto approfondire una dinamica,  quantomeno fumosa. Dopo aver raccolto la testimonianza dei muratori, gli agenti dell’Ufficio Incidenti hanno indagato a fondo per cercare riscontri rispetto a quel racconto da film d’azione. Ma analizzando tutti i danni riportati dalle due auto, gli esperti hanno concluso che quanto raccontato dai muratori era in effetti la verità. Sia i punti in cui sono stati riportati i segni degli scontri che il tipo di ammaccature sono compatibili con la dinamica.

Dal canto sua la giovane fanese ha dichiarato di non ricordare nulla di quanto fosse successo e di aver preso coscienza solo quando sono arrivati gli operatori del 118 che, inizialmente hanno temuto il peggio. Ma poi la giovane è stata dimessa dal pronto soccorso con pochi giorni di prognosi. E’ andata peggio al muratore di 38 anni, che ha riportato 20 giorni di prognosi a causa delle contusioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sviene al volante, salvata da tre sconosciuti che la speronano per fermarla

AnconaToday è in caricamento