Raid a colpi di mazza, nella villa blindata i Carabinieri trovano un arsenale

La vettura fracassata a mazzate. Alla base del gesto pare ci sia una richiesta di denaro ma i carabinieri stanno cercando di ricostruire l'intera vicenda

Carabinieri

Un'auto parcheggiata in zona Ponterosso presa a colpi di mazza da baseball. I vetri in frantumi. Carrozzeria ammaccata. E l'ombra di un raid punitivo dai contorni ancora non delineati. Una vicenda ancora da chiarire quella che ieri notte si è verificata nel quartiere anconetano, ma sufficente per mettere I Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile sulla giusta pista per arrestare due romeni di 31 anni, entrambi commencianti nel settore della compravendita di auto usate. Le accuse sono truffa e tentata estorsione. I due sono inoltre accusati di danneggiamento aggravato e possesso di oggetti atti a offendere dopo che i militari, alle prime ore del mattino, sono arrivati nella casa via Maggini, residenza di una dei 2 arrestati. All'interno della villa protetta da inferriate altissime e almeno 10 telecamere private, i carabinieri hanno trovato un arsenale: pistole giocattolo, cesoie, grosse mannaie, fucili ad aria compressa e machete lunghi anche 80 centimetri con tanto di fodere da gamba nascosti sotto i letto. Tutto sequestrato in quella che, più che un appartameto, ha lasciato agli investigatori l'immagine di un quartier generale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A dare l'allarme è stato lo stesso proprietario del mezzo, anche lui romeno. Vivendo poco distante da dove aveva parcheggiato, sentendo rumori si è affacciato e ha visto la sua auto: un'utilitaria completamente distrutta. Era da poco passata la mezzanotte. Ha subito chiamato i carabinieri che, dopo aver ascoltato il racconto della vittima, si sono subito orientati verso i due romeni. Ancora da ricostruire il perché della richiesta di 5mila euro in contanti nei confronti di un connazionale. I militari dell'Arma vogliono approfondire meglio tutta la vicenda. Nel frattempo gli arrestati sono a Montacuto in attesa di deporre davanti al gip. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento