Colonnine per auto elettriche, la città si candida ad incrementare gli impianti di ricarica

Già individuate le areee. Tutte le informazioni

foto di repertorio

Falconara si candida a incrementare l’installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici grazie ai fondi del Por-Fesr 2014-2020, dopo la convenzione del settembre scorso con Enel X che ha già permesso di attivare un primo impianto nel parcheggio pubblico di via della Stazione, a Castelferretti

Ieri, 3 giugno, il Consiglio comunale di Falconara ha votato all’unanimità una mozione della Lega, integrata dalla maggioranza, che impegna il sindaco ad aderire al bando emesso dalla Regione Marche il 18 aprile scorso (la cui scadenza è stata prorogata al 20 giugno) finalizzato all’installazione di colonnine di ricarica per mezzi elettrici pubblici e privati alimentati anche da fonti alternative. L’amministrazione comunale ha accolto la mozione della forza di opposizione perché lo sviluppo delle fonti alternative è stata sin dall’inizio una priorità delle politiche ambientali e perché va nella direzione già intrapresa: gli uffici erano già al lavoro per partecipare al bando.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella mozione si sottolinea come la presenza di colonnine di ricarica possa incentivare una mobilità green e rilanciare la sosta tecnica anche di soggetti di passaggio o di turisti, a tutto beneficio delle attività del territorio. Il bando regionale cui Falconara parteciperà prevede un contributo del 75 per cento della spesa complessiva per la realizzazione dell’opera (a fronte di una spesa minima di progetto complessiva di 10mila euro) e ammette tra gli interventi finanziabili anche le spese di progettazione, segnaletica ed eventuali spese per acquisizione di terreno (nella percentuale del 10%). «Non appena il bando è stato pubblicato – spiega l’assessore all’Ambiente Valentina Barchiesi – gli uffici si sono messi in moto. Abbiamo fatto sopralluoghi e individuato le aree potenziali privilegiando quelle in prossimità di nodi intermodali o vicine ad aree con attività commerciali e servizi pubblici, per favorire gli utenti che devono fermarsi in attesa della ricarica».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima il gelato al bar, poi la "società" per il gratta e vinci: due clienti vincono 10mila euro

  • Cadono calcinacci dalla galleria, torna regolare la viabilità sulla Statale 16

  • Dramma al cantiere, la gru si ribalta: muore operaio 59enne

  • Crolla una parte del controsoffitto dopo il temporale, la palestra chiude

  • Variante sulla Statale 16, il Comune non molla e rilancia: 2 autovelox

  • Era un punto d'incontro per pregiudicati: nel negozio di alimentari scattano i sigilli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento