rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca

Ruba nell’auto dell’assessore e dopo l’arresto non rispetta la misura cautelare, ragazza finisce ai domiciliari

Il furto era avvenuto a novembre e la 25enne era stata sottoposta alla firma di pg in questura ma non c’è mai andata

ANCONA - Ladra lasciata libera dopo un furto finisce ora agli arresti domiciliari per non essersi presentata all’obbligo di firma di pg in questura. Protagonista una 25enne che il 24 novembre scorso aveva fatto un furto dentro l’auto dell’assessore comunale alla sicurezza Stefano Foresi. Dopo quell’episodio la giovane era stata arrestata e dopo l’udienza di convalida era tornata libera con obbligo di firma. Di fatto però non si è mai presentata in questura per rispettare la misura cautelare. Era stato un vigile del fuoco ad accorgersi del furto, quella sera. Foresi era al Piano per un sopralluogo per il terremoto del 9 novembre scorso e aveva lasciato la sua vettura parcheggiata. La ragazza l’aveva aperta trafugando degli oggetti personali. Il pompiere si era accorto e l’aveva fermata in attesa della polizia. La Squadra Mobile ha dato esecuzione nelle ore scorse all’aggravamento della misura cautelare disposta dalla sezione penale del Tribunale di Ancona che consiste nei domiciliari. Ora non potrà uscire di casa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba nell’auto dell’assessore e dopo l’arresto non rispetta la misura cautelare, ragazza finisce ai domiciliari

AnconaToday è in caricamento