Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Videosorveglianza: 78 "occhi elettronici" accesi sulla città

Il sistema è gestito dalla Protezione Civile e lavora in parallelo nella Centrale Operativa della Questura e nella Sala Operativa dei Carabinieri. I nuovi dispositivi copriranno altre zone di Piano, Archi, centro e Baraccola

Questa mattina, presso la Centrale Operativa della Questura di Ancona, sono state attivate le nuove telecamere di videosorveglianza cittadina a completamento dell'intero sistema già in funzione nel Comune dorico dal 2012. In totale, ora, nel Comune di Ancona sono operative 78 telecamere tra fisse e orientabili. Le nuove telecamere copriranno altre zone del quartiere Piano San Lazzaro, quartiere Archi, del centro cittadino e della zona Baraccola.
Il sistema di videosorveglianza, tecnicamente gestito dalla Protezione Civile delle Regione Marche, lavora in parallelo nella Centrale Operativa della Questura e nella Sala Operativa dei Carabinieri.

La videosorveglianza è frutto della collaborazione tra Comune di Ancona e Protezione Civile della Regione Marche, che ha trasferito direttamente al Comune i fondi  necessari per la posa in opera della fibra ottica destinata a collegare il sistema di videosorveglianza.

“Tutto il lavoro che è stato svolto, e al proposito ringrazio vivamente la Protezione Civile regionale per il grande e indispensabile apporto fornito al Comune di Ancona, - spiega l’assessore alle manutenzioni e sicurezza Stefano Foresi, - mira a fornire una risposta all’esigenza di maggior sicurezza manifestata dai cittadini in alcuni punti critici della città oltre sostenere l’attività delle forze dell’ordine che già svolgono una importante e fondamentale azione sul territorio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Videosorveglianza: 78 "occhi elettronici" accesi sulla città

AnconaToday è in caricamento