Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Senigallia: trovate attrezzature agricole rubate per il valore di 1.5 milioni

Deununciate quattro persone, sono considerate responsabili di numerosi incendi dolosi appiccati nel biennio 2012-2014 nei territori compresi nelle giurisdizioni della Compagnia Carabinieri di Senigallia e di Fano

Sono considerati responsabili di numerosi incendi dolosi di ingenti quantitativi di paglia, fieno e macchine agricole, occorsi nel biennio 2012-2014 nei territori compresi nelle giurisdizioni della Compagnia Carabinieri di Senigallia e di quella limitrofa di Fano. A finire denunciate al termine delle indagini condotte dai militari, nella giornata di ieri, quattro persone, due imprenditori agricoli di Senigallia di 46 e 48 anni, e due agenti di commercio di San Costanzo, di 63 e 58 anni.
Gli uomini dell’arma, nel corso di una perquisizione, li hanno trovati in possesso di materiale esplodente nonché di numerose attrezzature agricole di provenienza illecita, tra cui:

-    Un trattore gommato modello 50-70 New Holland, denunciato rubato in data 13 gennaio 2014 presso la Stazione CC di Fano (PU);
-    Un trattore cingolato modello TK-A-100 New Holland, denunciato rubato in data 7 febbraio 2014 presso la Stazione CC di San Lorenzo in Campo (PU);
-    Un erpice rotante marca “Spaccini”, senza targa, denunciato rubato in data 7 marzo 2014 presso la Stazione CC di Corinaldo (AN);
-    Un erpice rotante marca “Alpego”, mod.DL400, senza targa, denunciato rubato il 13 marzo 2014 presso la Stazione CC di Senigallia (AN);
-    Un carrello porta barra marca “Pegaso”, mod. N20B, denunciato rubato oggi presso la Stazione CC di Monteporzio (PU);
-    Una seminatrice su sodo marca “Gaspardo”, mod. Diretta TT Corsa 300, senza targa, denunciata rubata in data 16 novembre 2013 presso la Stazione CC di San Costanzo (PU);

Il valore della refurtiva già restituita ammonta a circa 700mila euro, mentre quella ancora sottoposta a sequestro vale la bellezza di 1.5 milioni di euro. Le indagini sono tuttora in corso.
Tutti coloro che hanno subito il furto di macchine e mezzi agricoli nel recente passato, nell’ambito delle province di Ancona e Pesaro Urbino, possono rivolgersi ai Carabinieri delle Stazioni di Senigallia e San Costanzo.

Nella giornata odierna sono emersi ulteriori indizi a carico degli indagati. I carabinieri hanno infatti rinvenuto e sottoposto a sequestro 600 quintali di grano duro da seme e concime, dal valore di 50mila euro, ricavato di una truffa subita da un’azienda di San Lorenzo in Campo (PU) per la quale sono stati denunciati i due imprenditori agricoli senigalliesi. Nel corso delle operazioni, sono stati anche sequestrati una copiosa documentazione contabile-amministrativa, nonché un computer, ritenuti utili ai fini delle indagini.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senigallia: trovate attrezzature agricole rubate per il valore di 1.5 milioni

AnconaToday è in caricamento