Lettera delle Brigate Rosse all'Ansa di Ancona: dubbi sull'attendibilità

La lettera è in fotocopia, riporta anche il logo della stella a cinque punte, e cita il nome di una presunta brigata intitolata alla memoria del brigatista della colonna marchigiana Tommaso Gino Liverani

La lettera recapitata all'ANSA

L'intelligence ha "molti dubbi" sull'attendibilità della lettera firmata dalle "Brigate Rosse" e inviata alla sede dell’Ansa di Ancona per prendere le distanze dell’attentato di Brindisi in cui è rimasta uccisa la giovane studentessa Melissa Bassi.
La lettera firmata “Brigate Rosse, Brigata Gino Liverani 'Diego"', ed è stata recapitata a mezzo posta alla sede del''agenzia di notizie. Sono comunque in corso indagini sull'attendibilità del documento, impostato il 23 maggio ad Ancona.

LA LETTERA. La lettera è in fotocopia, riporta anche il logo della stella a cinque punte, e cita il nome di una presunta brigata intitolata alla memoria del brigatista della colonna marchigiana Tommaso Gino Liverani, morto a Managua, in Nicaragua, nel 1985. Il timbro delle Poste di Ancona indica la data del 23 maggio. Recita poi il testo:

"Nonostante il subdolo quanto fallimentare tentativo di addossare responsabilità inesistenti su chi conduce la lotta contro il capitalismo e i poteri forti, difesi da questo governo fascista, capeggiato da Monti, con la complicità di Napolitano, in occasione dell'attentato di Brindisi, i fedeli guardiani degli interessi dei padroni, i soliti pennivendoli, continuano nella loro opera di disinformazione! Sono ben altri gli obiettivi dei combattenti! Padroni, classi dirigenti, banchieri prostitute di Stato!! I loro uffici del personale fedeli cani da guardia, aguzzini dei lavoratori. Non sono certo gli studenti o i lavoratori i nostri obiettivi!! Voi che avete vissuto e vivete sfruttando e calpestando, è giunto il momento di guardarvi le spalle! La lotta è ripresa".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

UNA SECONDA LETTERA. Esiste anche una seconda lettera siglata "Br", che è stata bloccata nel centro smistamento delle Poste del capoluogo marchigiano. Il messaggio conterrebbe il logo della stella a cinque punte e un breve testo, scritto in modo molto scarno, quasi elementare, senza l'annuncio di nuove azioni. La busta era indirizzata al «Direttore della Banca delle Marche-Ancona», con accanto all'indirizzo il disegno di una stella a cinque punte. Quasi certamente, secondo gli investigatori, il gesto di un mitomane.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Tragico investimento, travolta e uccisa da un'auto sotto gli occhi della nipotina

  • Concorso pilotato per favorire la fidanzata di un medico, primario nei guai

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento