Attentati a Bruxelles, Sebastien Bellin racconta: «Colpito da un colpo di kalashnikov»

L'ex giocatore dell'Aurora Basket Jesi è ancora ricoverato in ospedale ma per fortuna non è in pericolo di vita. Questo il suo racconto sull'attentato all'aeroporto di Zaventem

Sebastien Bellin ferito durante gli attentati

Sebastien Bellin è fuori pericolo. Il 37enne belga, ex giocatore dell'Aurora Basket Jesi, era rimasto ferito martedì mattina, negli attentati di Bruxelles, precisamente all'aeroporto di Zaventem.

Bellin, ancora ricoverat in ospedale, ha rilasciato alcune dichiarazioni al Sudinfo: «Ero all'aeroporto perchè viaggio spesso tra il Belgio e gli Stati Uniti. Dopo aver sentito la prima esplosione vicino alla farmacia ho iniziato a correre perchè ho capito che qualcosa non andava. Poi sono stato colpito da un colpo di kalashnikov alla gamba. Non so da dove proveniva. Poi c'è stata un'altra esplosione e sono volato via di almeno 15-20 metri, nonostante pesi 115 kg.»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento