rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca Osimo

Servizi Pubblici Locali, negli affidamenti "in house" più pro che contro: il convegno nella sede di Astea

La giornata di studio proposta da Confservizi Cispel Marche mette a confronto lo spirito della recente norma e il reale beneficio nell’erogazione del servizio per la collettività

OSIMO – Si è tenuto nella giornata di lunedì 6 marzo presso la sede di ASTEA a Osimo il convegno organizzato da Confservizi Cispel Marche dal titolo “Il Riordino dei Servizi Pubblici Locali secondo il Legislatore del 2022 Note di Prima Lettura del D.Lgs. n° 201/22”. L’evento, molto partecipato, ha visto gli interventi di Aristide Police, professore ordinario di Diritto amministrativo presso il dipartimento di Giurisprudenza della Libera Università Internazionale degli Studi Sociali di Roma (LUISS “Guido Carli”), Stefano Pozzoli professore ordinario di Economia delle Aziende e Amministrazioni Pubbliche presso l’Università di Napoli Parthenope e dell’avvocato Alessandro Lucchetti.

«Un bel momento di discussione – ha dichiarato Antonio Gitto presidente di Confservizi Cispel Marche – che ha fatto chiarezza su una questione molto importante inerente ai Servizi Pubblici Locali con un focus dedicato a modalità e criteri nell’affidamento dei servizi. E’ un fatto noto, infatti, che la tendenza espressa dal legislatore tenda a prediligere le procedure su gara a discapito dell’affidamento “in house”. E’ una vera e propria sfida concettuale fra pubblico e privato. Tuttavia la tendenza a scegliere le procedure di gara in ottica privatistica sta generando non poche perplessità e problemi contingenti come: l’allungamento dei tempi di avvio del servizio dovuto a continui ricorsi, la delocalizzazione territoriale della filiera delle subforniture e, come è nella natura di queste aziende, alla massimizzazione dei profitti che, spesso, ricade sulla qualità del servizio offerto agli Enti Locali e, di conseguenza ai cittadini. L’affidamento “in house”, per converso, assicura tempi minori, garantiti da un sistema di trasparenza pubblica ben normato, il tutto a vantaggio di servizio efficace ed efficiente nei confronti della collettività. Le utilities pubbliche, quando sono gestite con criteri di managerialità e professionalità, hanno un vantaggio competitivo importante rispetto al competitor privato il quale, peraltro, non è scevro da ipoteche scelte clientelari su cui invece, le società pubbliche, sottostanno a rigide norme di controllo».

Confservizi Cispel Marche

Confservizi Cispel Marche è l’Associazione Regionale delle Società, delle Aziende e degli Enti Pubblici che gestiscono i Servizi Pubblici Locali nelle Marche. Nata come C.r.i.p.e.l. (comitato Regionale Imprese Pubbliche Enti Locali) il 20  maggio 1971, fu poi modificata in Cispel Marche, nel 2001 in Confservizi Marche ed infine, a seguito della ridefinizione del sistema Confservizi, nel 2010 in Confservizi Cispel Marche. Confservizi Cispel Marche associa Aziende ed Enti che gestiscono diversi servizi, quali: acqua, gas ed energia, farmacie comunali, politiche ambientali, trasporto pubblico locale. All’Associazione possono aderire tutte le Aziende e gli Enti pubblici e privati che gestiscono i Servizi Pubblici Locali. Confservizi Cispel Marche svolge attività di consulenza, assistenza e supporto tecnico, organizzativo e formativo per le Aziende egli Enti collegati, mediante apporti organizzativi in proprio o in collaborazione con altre strutture delle Federazioni di settore. Confservizi Cispel Marche promuove lo sviluppo ed il coordinamento dei Servizi Pubblici Locali garantendo un dialogo costruttivo con le Istituzioni, rappresentando e tutelando gli interessi delle Imprese e degli Enti associati nei confronti di queste ultime; promuove lo sviluppo e la qualificazione dei Servizi Pubblici Locali rispondendo alle esigenze degli Associati e sostenendo la loro attività.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi Pubblici Locali, negli affidamenti "in house" più pro che contro: il convegno nella sede di Astea

AnconaToday è in caricamento