Un aiuto alle famiglie povere, "Dona la spesa": scatta la raccolta fondi su Gofundme

L’iniziativa è dell'Associazione Stracomunitari di Senigallia: «Abbiamo bisogno di un contributo per acquistare beni di prima necessità per chi ha perso tutto, anche il lavoro»

I volontari dell'associazione Stracomunitari

L’Associazione Stracomunitari di Senigallia aiuta e sostiene la comunità italiana e straniera, soprattutto le famiglie che vivono in condizioni precarie, donando generi di prima necessità. 

«Per chi è senza lavoro, per chi non ha reddito, vorremmo fare i più - spiegano i volontari, che hanno lanciato una iniziativa benefica -. Vogliamo aiutare molte più persone, per questo vi chiediamo di aiutarci ad aiutare. Abbiamo attivato la raccolta fondi “Dona la spesa” su Gofundme. Siamo Mohamed, Valentina, Andrea, Abdul, Valbona, ma siamo in tanti. Facciamo parte dell’Associazione Stracomunitari di Senigallia da più di 4 anni aiutiamo e sosteniamo la nostra comunità, fatta di tante persone, italiane e straniere. Famiglie che vivono in condizioni precarie e che aiutiamo costantemente, donando generi di prima necessità, come pasta, verdura e alimenti confezionati. Ma ora la situazione è davvero drammatica. L’Italia è ferma, il lavoro è fermo. Viviamo giornalmente situazioni di forte disagio, precari che attendevano l’inizio della stagione turistica per lavorare, chi come aiuto cuoco, chi come cameriere, ma è tutto chiuso. Famiglie di immigrati che non hanno lavoro, non hanno prospettive, famiglie italiane che vivono situazioni inimmaginabili fino a poco tempo fa, fino a vergognarsi per questo. Chiedono aiuto, chiedono cibo. Per sopravvivere. Il Banco Alimentare, la Caritas, aziende che donano l’invenduto. Facciamo già molto, ma vorremmo fare di più. Vorremmo aiutare molte più persone, per questo vi chiediamo di aiutarci ad aiutare». 

«Per acquistare generi di prima necessità come pasta, riso, passata di pomodoro, olio, legumi, farina, tonno, zucchero, frutta, verdura, carne. Per i più piccoli omogeneizzati e biscotti. E poi dispositivi di protezione individuali, come mascherine, guanti e disinfettante, per proteggerci e proteggersi. Avere un maggiore spazio per gestire questa situazione di emergenza, e per questo cerchiamo un magazzino temporaneo a Senigallia. Per noleggiare un mezzo che ci permetta di attivare la consegna a domicilio e portare i pacchi della solidarietà a chi più ne ha bisogno, per evitare assembramenti nel ritiro. L’assunzione di una persona per il periodo limitato all’emergenza per la consegna dei pacchi, così da offrire un sostegno economico e una piccola opportunità di lavoro. La vita umana è il dono più prezioso. Chi può, doni, ora. Grazie!». 

Qui il link per accedere alla raccolta fondi: 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

https://www.gofundme.com/f/dona-la-spesa?utm_source=customer&utm_medium=copy_link-tip&utm_campaign=p_cp+share-sheet

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

  • Si schianta con un'auto, camper si ribalta: un ferito è gravissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento