Cronaca

Assembramento di giovani: blitz della polizia davanti alla sede del Gulliver

Sono scattate le sanzioni per una trentina di ragazzi che facevano confusione in via Saffi. Il 113 è intervenuto su segnalazione dei residenti

Quando è arrivata la polizia è scattato il panico in via Saffi. E' successo giovedì 3 dicembre intorno alle 9 di sera davanti alla sede dell'associazione universitaria Gulliver. Il 113 è intervenuto quando diversi abitanti della zona hanno segnalato la presenza di un gruppo di ragazzi che stavano bivaccando in strada con tanto di urla, risate e schiamazzi. Secondo la ricostruzione delle forze dell'ordine, alla vista delle volanti è scattato il fuggi fuggi generale, ciò nonostante gli agenti sono riusciti a fermare e identificare una trentina di giovani, che saranno successivamente multati in ottemperanza alle vigenti disposizioni anti-Covid. 

La smentita dell'Associazione Gulliver: «Niente feste e assembramenti»

Mentre all’esterno dell'associazione scattava il blitz, all’interno altri giovani si raduvano per discutere di temi caldi come le elezioni studentesche che si erano tenute online pochi giorni prima (dall'1 al 3 dicembre). I membri dell'associazione studentesca, infatti, stavano concludendo una riunione di una decina di persone iniziata il pomeriggio. Marco Centanni, 23enne coordinatore dell'associazione, prende le distanze dall'episodio: «E’ vero - spiega - c’erano dei ragazzi fuori dalla sede, ma non sappiamo chi siano. Non abbiamo nulla a che fare con loro. Noi all'interno abbiamo seguito tutte le regole e il posto è abbastanza grande da permettere il rispetto del distanziamento». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assembramento di giovani: blitz della polizia davanti alla sede del Gulliver

AnconaToday è in caricamento